SCARPE VEGAN

Rossi collabora con Rosie Assouline: con il nuovo capitolo creativo di srAddiction, l’azienda di calzature non abbraccia solo lo stile elegante della designer ma anche la sua filosofia vegan, per quanto riguarda l’utilizzo dei materiali. Nasce così la prima collezione di scarpe vegane firmata Sergio Rossi.  E’ stata utilizzata della seta, proposta in quattro colori diversi, dal nero al bianco brillante, al rosso, al motivo floreale nelle note azzurre. Tutto impreziosito con nappine di micro perle. ” Ho avuto la fortuna di visitare gli uffici, l’archivio e la fabbrica di Sergio Rossi in Italia lo scorso autunno ” – ha affermato Rosie Assoulin, fondatrice e designer del dell’omonimo brand americano – “Ero entusiasta di collaborare a questo progetto in quanto è stata la prima offerta vegan di Sergio Rossi. Siamo stati ispirati ad aggiungere alcuni elementi giocosi ma classici, e cosa c’è di più classico delle perle?”

SWIM WEAR

Costumi da bagno, Bikini, shorts e T-shirt da bagno saranno il nuovo cavallo di battaglia che verrà presentato dal marchio Puma, una nuova collezione con la quale farà ritorno il brand sportivo nel prossimo anno. In diversi colori e stampe, Puma vuole celebrare lo swimwear urbano, adatto a tutte le morfologie e a tutte le taglie. Prodotti con poliestere repreve 100% riciclato, una speciale fibra prodotta dal riciclo di bottiglie di plastica, il brand all’avanguardia, dichiara: “come la marea, le preferenze cambiano ma la collezione soddisferà i consumatori attenti alle tendenze”.

ANGELI PER VICTORIA’S

Era un “no” categorico quello di Victoria’s Secret, il brand di lingerie più famoso al mondo, riguardo alle modelle “diverse”. Da sempre, gli “angeli” ( soprannome delle modelle di VS ), hanno rappresentato l’ideale di donna perfetta. Ma le mode social sono cambiate, i tempi sono cambiati e con il calo delle vendite, ora è tempo delle modelle plus size. La prima modella curvy, taglia 46, che ha firmato il contratto con il famosissimo marchio si chiama Ali Tate Culter, che ha annunciato la notizia su instagram con queste parole: “Mi sentivo solo una ragazza grassa, sfilando ho capito che ciò che nascondevo, ora lo esibisco con fierezza”.

MADE IN ITALY

Com’è nata la moda italiana? A spiegarlo arriva “Made In Italy”! Una nuova serie di otto puntate, disponibile ora su Amazon Prime e successivamente su Mediaset, che avrà da cornice una Milano degli anni Settanta ed il senso di innovazione delle industrie tessili, unito al coraggio dei primi “stilisti” dove gli veniva richiesto senso artistico, curiosità, velocità ma anche senso commerciale. Se all’inizio può sembrare un altro “Il diavolo veste Prada”, questa serie punta a raccontare l’evoluzione dello stile italiano, attraverso a figure di chi lo stile lo ha rivoluzionato al tempo.

VUITTON A MILANO

Una delle più affascinanti maison francesi arriva con la propria “TIME CAPSULE” nel cuore della città di Milano, in piazza Duomo. Una mostra alla portata di tutti quella installata dal brand accolto in Italia proprio nel 1984, che ha deciso di mostrare al pubblico la propria storia tra successi, collaborazioni e traguardi; dalla sua nascita fino ad oggi, con innovazioni tecnologiche e di design, LV apre i propri archivi per portare tra noi gli oggetti più rari e celebri che l’hanno sempre resa unica. Tra esperti artigiani francesi intenti a realizzare i prodotti, grandi bauli, valigie, abbigliamento realizzato per le più importanti star dal brand, colori, scatti delle sfilate, si viene rapiti in questo viaggio nel tempo che ripercorrono i 165 anni della maison. Un progetto quello di LV quindi, che non ha tempo e non ha fine ma solo una continua evoluzione nel lusso.

RAINBOW BOOT

Un ibrido tra lo stivale e la sneaker. È il rainbow boot per la prossima primavera-estate firmato Au jour le jour, marchio italiano nato nel 2010 dall’unione tra Mirko Fontana e Diego Marquez. Al ginocchio in stile valchiria o alla caviglia, nella versione più easy realizzato con tecniche e maestranze artigianali tutte made in italy.  Evocativa anche nell’immaginario al quale si ispira: i cartoon sportivi degli anni Ottanta, musa la pallavolista Mimi Ayuara. La ragazza manga, che ipnotizzava gli appassionati della serie con salti acrobatici e schiacciate mozzafiato, rivive nella figura della collegiale giapponese: un eterna ragazzina un po’ lolita. Motivo per cui il boot varia dallo sportivo allo chic, per assecondare umori e momenti della giornata. Mette insieme le due anime, donna semplice e donna un po’ più particolare ma la cosa che più le accomuna è che questa scarpa è stata realizzata per una donna che non vuole prendersi troppo sul serio, che sdrammatizza ma con intelligenza .

PERSONAL FASHION

Il tuo nuovo personal stylist a portata di click! Ecco il nome della nuova piattaforma Facebook che è stata lanciata il 27 Ottobre scorso: l’intelligenza artificiale basata su un database di migliaia di fotografie, ti suggerirà il look più adatto all’occasione. Una innovazione che ti guiderà passo passo anche nelle piccole cose per presentarti al meglio, come rimboccarsi le maniche, allacciare una camicia o come sistemarla nei pantaloni. Volendo battere colossi come Amazon e la sua creazione StyleSnap, Fashion++ si vuole spingere oltre col suo sistema più avanzato: questa rete genererà una silhouette dell’utente mostrando le modifiche dell’outfit, regalando un’esperienza più reale con consigli più pratici e piccole modifiche, donando al tuo look quel particolare che ti renderà più unico.

GREEN JUNGLE DRESS

L’abito che ha conquistato i Grammy del 2000 e che cambiò la storia della popstar Jlo e quella di Donatella Versace dopo la morte del fratello, torna in passerella dopo diciannove anni. Il celebre capo che fece 600mila download all’epoca e portò alla creazione di Google images, torna a sorpresa addosso alla pop star poco prima della fine della sfilata: il celebre vestito di chiffon di seta trasparente con maniche lunghe, schiena scoperta e scollatura vertiginosa è stato modificato vestendo però il corpo di Jlo alla perfezione come un tempo. Un mix di toni tra verde fluo, verde smeraldo, blu, nero e rosa tramonto hanno guidato l’intera collezione Primavera/Estate 2020 ispirata all’abito più discusso di sempre risaltando una bellezza wild, sensuale e libertà femminile. 

TETRAMINO

Questo è il nome dell’iconica figura di Tetris, videogioco di successo degli anni 80-90, che è arrivato anche sui capi Puma. Il brand tedesco ha deciso di dedicare al famoso “mattoncino”, una capsule colletion che includerà sia le snikers che l’abbigliamento. Le trainers modello RS 9.8 e RS-X saranno caratterizzate da colorazioni audaci e dettagli riflettenti ispirate al gioco, con il logo Tetris in 3D che apparirà sulla linguetta. L’abbigliamento vedrà protagonisti i pezzi must have del brand, come il track Jacket, i track Jacket e la t-shirt, con il famoso cat Logo stampato sul petto ed i tetramini sul retro.

UOMAN

Inclusività”: questa è la parola più potente nel mondo della moda oggi. E proprio in questo campo, nasce UOMAN, il primo marchio che propone degli stili ma senza numeri, senza taglie, con i primi due negozi Catania e Roma. I fit sono cinque, come le lettere che compongono il nome del marchio e richiamano nomi femminili, e non essendoci taglie, il personale è stato ben formato, con una particolare attenzione alla vendita e molta empatia verso le clienti.  Ci sono persone magre che amano vestirsi comodamente e persone con un fisico più morbido che amano capi attillati, Uoman da la possibilità di vestirsi come ci si sente” afferma la creativa del brand Barbara Tirotti. Un progetto lodevole che punta all’apertura di 60 negozi entro 5 anni.