MONTAGNE BERGAMASCHE

Esito favorevole per i due percorsi di animazione territoriale inerenti le strategie di sviluppo locale denominate ‘Ambiente O.R.O.B.I.E.’ (Ospitalita’ Ricettivita’ Orizzonti Boschi Itinerari Escursionistici) e ‘La Rete verde, mobilita’ e fruibilita’ nel territorio della Comunita’ montana dei laghi bergamaschi’, convocati a Bergamo dall’assessore di Regione Lombardia con delega agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, entrambe finanziate dal Fondo di Regione Lombardia per lo sviluppo delle Valli prealpine.

STRATEGIA AMBIENTE O.R.O.B.I.E. – La strategia locale dell’Area Alpina, proposta dalla Comunita’ Montana della Valle Seriana, e’
stata sviluppata a partire dalle necessita’ emerse dai Comuni e si pone l’obiettivo di migliorare la permanenza e la fruizione del territorio a livello turistico e da parte dei residenti e punta a favorire un turismo ambientale sostenibile. Gli interventi previsti riguardano la manutenzione della viabilita’, l’efficientamento energetico, la realizzazione di percorsi ciclopedonali e di spazi per la sosta, la sicurezza pedonale.

“Questa strategia – dichiara l’assessore Sertori – prevede una serie di riqualificazioni funzionali e di messa in sicurezza di tutte quelle strutture che permettono ai cittadini e ai turisti di vivere al meglio e di godere delle bellezze dell’ambiente racchiuso all’interno delle Orobie Bergamasche”. Per un totale complessivo di interventi pari a 2.272.950,00, 1 milione e 290.000 euro e’ messo a disposizione da Regione Lombardia.

STRATEGIA COMUNITA’ LAGHI BERGAMASCHI – “La strategia ‘La Rete verde, mobilita’ e fruibilita’ nel territorio della Comunita’
montana dei laghi bergamaschi’ prevede l’attuazione di misure di conservazione e valorizzazione della rete ecologica, l’incremento e la valorizzazione della rete verde fruitiva e del contesto territoriale e ambientale” spiega l’assessore regionale. Gli interventi previsti sono: il rifacimento della pavimentazione e la riqualificazione della piazzetta del Santuario, via Capitanio, via Gerosa, via Bertolotti, vicolo delle Rose e via San Giovanni al Rio nel centro storico in Lovere; la realizzazione di un percorso ciclopedonale attraverso i Comuni di Costa Volpino, Pianico, Sovere e Endine Gaiano; gli interventi per la riqualificazione del Lago d’Endine e di Gaiano e per la salvaguardia delle migrazioni degli anfibi e infine il miglioramento della viabilita’ rurale della strada Bossico-Ceratello. Regione Lombardia finanzia i 4 progetti inseriti nel primo stralcio della strategia con 577.328 euro, su un importo complessivo di 1 milione e 460.000 euro.

UN LAVORO DI CONDIVISIONE – “Questa volonta’ di lavorare insieme e in piena sinergia con le Comunita’ montane ed i Comuni – conclude Sertori – e’ quanto mai importante. Ed e’ con questo spirito collaborativo che auspico, nel corso di questa legislatura, di sviluppare insieme ai territori la legge quadro sulla montagna, che certamente sara’ l’espressione delle necessita’ reali del territorio”.

OLIMPIADI 2026

“Io e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, siamo assolutamente decisi, perche’ riteniamo che le Olimpiadi siano un evento importante e strategico. Non facciamo certamente pressioni di carattere partitico perche’ riteniamo di essere i migliori”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine degli ‘Stati generali dell’Innovazione’, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare la possibilita’ che Milano e la Lombardia ospitino le Olimpiadi invernali del 2026.

In merito alla vicende riguardanti un’eventuale candidatura di Torino, il presidente ha commentato che i lavori in questa direzione proseguono a pieno ritmo: “Se loro non sono decisi, noi lo siamo. Noi stiamo rispettando la procedura elaborando un nostro progetto. Adesso aspettiamo che il Governo si esprima”.

MODA E DESIGN

“Desidero rivolgere i miei migliori auguri di buon lavoro al presidente Carlo Sangalli e offro sin da subito la mia massima disponibilita’ a collaborare su tematiche importanti per l’economia regionale come il turismo e la moda”.
Cosi’ l’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, commenta la rielezione di Sangalli ai vertici di Confcommercio Lombardia.
“Come ha ben ricordato il presidente Sangalli – ha detto l’assessore – la Lombardia e’ una regione che deve puntare sempre di piu’ su settori strategici come il turismo e il design, in grado di produrre ricchezza, benessere e occupazione. E’ necessario, dunque, intraprendere un percorso comune che coinvolga istituzioni, associazioni di categoria, sistema accademico e imprenditori per individuare interventi sinergici che, grazie ad una decisa azione di marketing territoriale, siano in grado di valorizzare dei comparti vitali per la Lombardia”.

TOURISM IN LOMBARDY

Si e’ riunito oggi per la prima volta, da quando si e’ insediata la nuova Giunta, il ‘Tavolo regionale del turismo e dell’attrattivita’” coordinato dall’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda. “Un incontro proficuo – ha detto – utile per presentare le politiche di Regione Lombardia dedicate al turismo e alla valorizzazione di un settore strategico per l’economia locale”.

Al Tavolo, al quale hanno partecipato i rappresentanti delle principali associazioni di categoria, sono state poste le basi per una fattiva collaborazione futura, con l’obiettivo comune di dare nuova linfa vitale ad un comparto, quello turistico, che in Lombardia e’ un volano economico di notevole importanza, con ricadute notevoli in termini di numero di imprese coinvolte, posti di lavoro e produzione di ricchezza e benessere.

“Con gli stakeholder delle organizzazioni di settore – ha aggiunto l’assessore regionale – c’e’ stato un confronto cordiale, un primo scambio di idee e proposte. Abbiamo quindi iniziato a porre le basi per individuare strategie comuni di intervento in grado di valorizzare al meglio risorse e potenzialita’ turistiche nella nostra regione. Il mio obiettivo, infatti, e’ far si’ che la Lombardia diventi la prima meta turistica italiana”.

VINO MADE IN LOMBARDIA

“Il mio auspicio e’ che eventi come Milano Wine Week, in grado di far apprezzare al grande pubblico le eccellenze dell’enogastronomia lombarda e nazionale, possano diventare itineranti, con rassegne ed appuntamenti che coinvolgano le principali citta’ d’arte di tutta la Lombardia e luoghi piu’ attrattivi del territorio”.

Cosi’ l’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, e’ intervenuta alla conferenza stampa di presentazione di ‘Milano Wine Week’, la settimana del vino che si terra’ nel capoluogo lombardo dal 7 al 14 ottobre.

“In Lombardia – ha aggiunto l’assessore regionale – turismo ed enogastronomia sono un connubio ideale: dai laghi alle montagne, dalle citta’ d’arte alle dolci colline, il nostro territorio e’ uno scrigno prezioso costituito da 250 eccellenze agroalimentari tradizionali, 34 DOP e IGP (il 13% dei prodotti a marchio d’origine italiani), 41 vini a denominazione tra DOCG, DOC e IGT. E proprio il turismo e’ una leva di promozione e marketing territoriale formidabile per la Lombardia, dando vita ad una ricaduta economica importante su tutto il territorio, in grado di produrre ricchezza e benessere”.

Regione Lombardia dimostra di essere sempre particolarmente attenta alla valorizzazione del suo patrimonio enogastronomico:
basti pensare al bando regionale ‘Wonderfood & Wine’, progetto di promozione turistica legato all’offerta enogastronomica lombarda nell’ambito di ‘Sapore in Lombardia’, con una dotazione economica di 1.258.000 euro e ben 22 iniziative finanziate.

“Unire arte, storia e cultura ai nostri sapori – ha concluso l’assessore regionale – permette di valorizzare sempre di piu’ il ‘Made in Lombardia’, con l’obiettivo di far diventare la nostra regione la prima meta turistica d’Italia”.