ESPOSIZIONE UNIVERSALE TRIENNALE

“Quello di oggi è un evento cui il mondo intero guarda, non solo per l’ineguagliabile livello culturale, ma anche per la delicatezza del tema scelto per questa XXII Esposizione, davvero strategico. Può il design farsi carico di ricostituire il rapporto interrotto tra l’essere umano e la natura, di cui è parte integrante e al contempo, spesso, irriguardoso sfruttatore? Non sfuggono l’ampiezza e la complessità del quesito. Ma se esiste un luogo al mondo dove abbia un senso porsi questo interrogativo e lavorare per cercare le risposte, questo è la Triennale, è Milano, è la Lombardia”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana intervenendo, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla Triennale di Milano, per la cerimonia di inaugurazione della XXII Esposizione internazionale intitolata ‘Broken Nature: Designes Takes on Human Survival’, curata da Paola Antonelli, del ‘Museum of Modern Art’ di New York, che intende porre l’attenzione sullo stato dei legami che uniscono l’uomo all’ambiente naturale, alcuni dei quali compromessi nel corso della storia recente.

“Ricostruire il rapporto vitale con l’ambiente naturale – ha proseguito il Governatore – è un dovere che abbiamo verso le generazioni che ci succederanno. Il mio auspicio è che questo evento possa essere ricordato come battistrada di un nuovo rapporto tra il design e il pianeta che ci ospita. Da parte mia assicuro pieno sostegno, convinto come sono che questo è il ruolo delle Istituzioni: supportare l’ingegno e l’operosità di chi contribuisce a rendere grande il nostro Paese, sostenibile il nostro futuro”.

E sulla curatrice dell’Esposizione il presidente ha detto: “Paola Antonelli è per noi un simbolo: quello dell’Italia che si afferma nel mondo quando si esprime con la consapevolezza del proprio valore, forte del proprio inestimabile patrimonio culturale e creativo, di cui Milano e la Lombardia sono costruttori e custodi. La ringraziamo quindi per la sua opera e per il suo ritorno, pur temporaneo, a Milano. Un grazie va anche al presidente Boeri, che ha raccolto l’eredità di Claudio De Albertis con entusiasmo e con grande sensibilità istituzionale. Con la sua Triennale e con l’Associazione per il Disegno Industriale, grazie all’importante sostegno del ministro Bonisoli, Regione Lombardia sta lavorando per consolidare a Milano l’offerta museale dedicata al design: ancora una volta il nostro obiettivo è quello di essere protagonisti assoluti sulla scena internazionale”.

“La Triennale di Milano, di cui Regione Lombardia è socio partecipante – ha concluso – , rappresenta uno dei vanti d’Italia e un luogo eletto di ricerca e innovazione. Soprattutto però è preziosa per essere luogo di perenne confronto tra le tendenze emergenti nelle discipline che hanno reso la Lombardia un’eccellenza mondiale: design, moda, arte, architettura, cinema, comunicazione. E’ giusto allora che sia questo il punto di partenza per domandarci come – con gli oggetti della vita quotidiana, con i progetti di recupero dell’ecosistema, con i robot compagni del nostro futuro – il design possa essere a misura d’uomo e al contempo di natura”.

VINO IN LOMBARDIA

“La produzione di uva e di vino nel 2018 in Lombardia fa segnare uno straordinario +55% rispetto al 2017. Se è vero che due anni fa si erano verificate condizioni climatiche particolarmente difficili, è anche vero che in termini assoluti il 2018 fa segnare il record produttivo degli
ultimi cinque anni”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore
regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, che,
questa mattina, a Capriano del Colle (BS), nell’azienda agricola
Lazzari, ha presentato i numeri relativi alla produzione
vitivinicola nel 2018.

I NUMERI – I dati registrano 1 milione e 578 mila ettolitri di
vino prodotto (+55% sul 2017) e 2 milioni e 415 mila quintali di
uva raccolta (+56%) su una superficie di 21.214 ettari.

MIGLIORARE POSIZIONAMENTO NOSTRI VINI NELLA RISTORAZIONE – “Il
prossimo obiettivo è chiaro: nell’ambito della riforma regionale
sugli agriturismi modificheremo la norma per avere nelle
strutture lombarde il 100% di vino lombardo – ha aggiunto Rolfi
-. Dovremo lavorare anche con il mondo della ristorazione per
migliorare il posizionamento dei nostri vini nelle liste
proposte”.

ESPORTAZIONI DA RECORD – “La Lombardia è una terra sempre più
conosciuta a livello internazionale anche sotto il profilo
vitivinicolo – ha proseguito il responsabile dell’Agricoltura
lombarda -. Nel 2017 abbiamo fatto il record storico di
esportazioni e i dati 2018 saranno ancora migliori. La Regione è
impegnata ad aiutare le aziende nel processo di
internazionalizzazione: il 18 marzo saremo a Dusseldorf con gli
organizzatori della ‘Milano WINE Week’ per una serata dedicata
al vino lombardo nell’ambito di ‘Prowein’, un riferimento
mondiale per le fiere di settore”.

PUNTIAMO SU DISTINTIVITÀ BORTTIGLIE E LEGAME CON TERRITORI – “Il
nostro vino è riconosciuto per la qualità. Dobbiamo puntare
sempre di più sulla distintività delle bottiglie e sul legame
indissolubile con i territori” ha concluso l’assessore.

CAMPIONI ALFA 2018

Il vicepresidente di Regione Lombardia
e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e
Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala parteciperà
domani, sabato 23 febbraio, alla premiazione dei ‘Campioni Alfa
Romeo 2018’.

In questa occasione il vicepresidente Sala riceverà dal
presidente della ‘Scuderia del Portello’ Marco Cajani una
Scultura-Trofeo per il supporto alle attività sportive e agli
eventi della stagione 2018.

Il programma della giornata prevede il raduno Alfa Romeo
storiche (solo su invito) e l’esposizione delle vetture da
competizione della Scuderia del Portello e la successiva parata
presso la pista interna del Museo.

– ore 9.30, Museo Storico Alfa Romeo (viale Alfa Romeo, 1 –
Arese/MI).

‘LOMBARDIA È RICERCA’

Parte il conto alla rovescia dell’edizione 2019 del Premio ‘Lombardia è ricerca’ della Regione Lombardia, dedicato quest’anno a un tema prioritario per la ricerca medica dei paesi avanzati ovvero l’invecchiamento in
salute, l’healthy aging. I numeri raccontano infatti che in
Italia, come in tutta Europa, negli USA e in Giappone al
progressivo allungarsi della vita media non corrisponde un
benessere altrettanto prolungato, visto che gli ultimi dieci
anni di vita (e anche di più, nel caso delle donne) sono segnati
dalle difficoltà dovute a tutta una serie di patologie croniche.

Il Premio, del valore di 1 milione di euro, verrà consegnato il
prossimo 8 novembre nel corso della Giornata della Ricerca,
ancora una volta al Teatro alla Scala di Milano. Ad assegnarlo
una giuria di 15 top scientist italiani, che si è riunita oggi
per la prima volta a Palazzo Lombardia. Nel corso della riunione
è stata eletta presidente della giuria Silvia Priori.

“Ringrazio molto i colleghi membri della giuria per avermi dato
l’incarico di presiedere questo comitato. E’ un impegno – ha
detto Silvia Priori – di grossa responsabilità per la valenza
che il Premio ha, non solo dal punto di vista economico, ma per
l’importanza del significato di questa iniziativa della Regione
Lombardia. E’ il primo anno che sono parte della Giuria e mi
impegnerò per svolgere al meglio questo compito e a portare,
come negli scorsi anni, ad una scelta inequivocabilmente di
eccellenza”

“Ringrazio la professoressa Silvia Priori per aver accettato il
prestigioso incarico di presidente – ha detto il vicepresidente
della Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione,
Università, Export e Internazionalizzazione, Fabrizio Sala – per
la prima volta è stata nominata una donna che sarà alla guida
di questo team di scienziati straordinari. A loro il compito di
premiare una scoperta di rilevanza internazionale che abbia un
concreto impatto sul miglioramento della vita dei cittadini.
Quello dell’Healty Aging è un tema molto sentito tra la
popolazione, secondo le statistiche infatti gli ultimi dieci
anni di vita o anche più sono segnati da una serie di patologie,
spesso croniche, che ne compromettono il benessere. In questo
senso incentivare la ricerca di nuove terapie e farmaci diventa
vitale”.

Lo ‘sviluppo e mantenimento funzionale delle abilità che
garantiscono il benessere della persona durante la vecchiaia’,
focus dell’edizione 2019, è infatti un tema quanto mai attuale
se si guarda alle statistiche sulle aspettative di vita. Nel
2015, l’attesa di vita media in Italia ad esempio era di 79,6
anni per gli uomini e di 84,6 anni per le donne. Molto più bassa
però era l’aspettativa media di vita in salute: 70,6 anni per
gli uomini e 73,1 per le donna.
Ecco allora che nuove terapie, farmaci, approcci a queste
patologie e la loro prevenzione diventano una priorità per tutti
i sistemi sanitari, in particolare della zona UE dove la
percentuale di popolazione over 65 è destinata a crescere di
più.

– La certificazione con Blockchain

Alla giuria spetterà di individuare il vincitore tra i nomi che
verranno proposti dagli oltre 1200 Top Italian Scientist (TIS)
attivi negli ambiti delle scienze della vita e presenti nella
‘classifica’ della VIA-Academy – il censimento degli scienziati
e scholar con il maggior impatto in termini di produzione e
citazioni ricevute – con un punteggio pari o superiore a 50.

Ai TIS verrà chiesto di indicare la scoperta a loro giudizio più
rilevante, innovativa e dal maggior impatto sulla vita dei
cittadini nell’ambito della ricerca sull’invecchiamento attivo e
di indicare il nome dello scienziato che ritengono meritevole
del Premio. Non sono ammesse auto candidature.

Quest’anno, per la prima volta, tutti i passaggi del Premio
saranno certificati su una piattaforma regionale con tecnologia
Blockchain, un esperimento unico da parte di una Pubblica
Amministrazione.

– I criteri di formazione della Giuria

Il criterio di selezione è quello che ha già guidato la
composizione delle giurie 2017 e 2018. Il Premio ‘Lombardia è
ricerca’ è dedicato alle Life Sciences e, come previsto dal
regolamento, a far parte della Giuria sono chiamati i
ricercatori con l’h-index più alto nei diversi settori di
riferimento: Biomedical Sciences; Clinical Sciences;
Neurosciences & Psychology; Chemistry, Computer Sciences,
Material & NanoSciences, Natural & Enviromental Sciences.

BYE KARL LAGERFELD

Karl Lagerfeld, stilista, fotografo e icona dell’industria, è deceduto a Parigi all’età di 85. Lo spettacolo di couture primavera-estate 2019 di Chanel a gennaio non ha visto Lagerfeld fare un inchino con la casa citando la malattia. Il designer tedesco ha lavorato come direttore creativo di Chanel e Fendi fino alla sua morte.

ICONA DELLA MODA, SUO GENIO CREATIVO NON TRAMONTERÀ MAI

Con Karl Lagerfeld se ne va una icona
della moda internazionale, uno stilista che ha saputo rinnovare
e innovare in maniera geniale”. Così Lara Magoni, assessore al
Turismo, Marketing Territoriale e Moda della Regione Lombardia,
commenta la scomparsa dello stilista tedesco Karl Lagerfeld.
“Lagerfeld rappresenta ciò che di meglio il mondo della moda e
il design devono saper rappresentare: il giusto mix tra il
‘saper fare artigiano’ e la capacità di stare al passo con i
tempi, con lo sguardo rivolto al futuro. Il suo entusiasmo e
voglia di fare siano da esempio ai tanti giovani che si
affacciano oggi ad un settore altamente competitivo e selettivo.
La moda e l’Italian Style gli devono molto: il suo genio
creativo non tramonterà mai”.

LOMBARDIA PROTAGONISTA

Oltre 1.350 incontri con buyer
nazionali ed internazionali per presentare itinerari, prodotti
turistici ed esperienziali, grazie all’impegno dei 48 operatori
del B2B e dei 16 stakeholder presenti presso l’area espositiva
di oltre 700 metri quadrati. Inoltre, 34 eventi aperti al
pubblico per illustrare iniziative e progetti di promozione
turistica dei territori. Sono questi i numeri vincenti di
Regione Lombardia alla tre giorni della Bit, la Borsa
Internazionale del Turismo che si è tenuta a Milano dal 10 al 12
febbraio.

Evidente la soddisfazione dell’assessore regionale al Turismo,
Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni: “Alla Bit la
Lombardia ha messo in mostra le sue eccellenze, riscontrando il
gradimento di migliaia di visitatori. Dai laghi alle montagne,
dalle città d’arte ai percorsi enogastronomici, siamo stati in
grado di far apprezzare ad un palcoscenico internazionale le
nostre meraviglie, all’insegna di un’offerta turistica variegata
e capace di soddisfare, grazie al forte spirito di accoglienza e
a strutture ricettive all’avanguardia, ogni tipo di esigenza.
Sono orgogliosa di poter rappresentare una realtà così ricca di
proposte. E sono particolarmente felice di aver realizzato
quella che per me era la mission di questa edizione fieristica:
dar vita ad una BIT dei territori”.

Grande successo ed interesse hanno suscitato le quattro aree
tematiche che hanno caratterizzato la presenza di Regione
Lombardia a fieramilanocity: da Leonardo500, in onore del
cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci, a Lombardia
Segreta, per riscoprire tradizioni, autenticità e insospettati
tesori nascosti attraverso la storia della regione, dei suoi
borghi e degli scorci più inediti, passando per le attività
legate allo sport e alla natura con Lombardia Active, fino a
Sapore inLombardia, per approfondire la tradizione e la cultura
enogastronomica della regione.

Lo stand lombardo è stato poi grande protagonista dello ‘special
event’ dedicato alla candidatura di Milano e Cortina per le
Olimpiadi invernali del 2026: a promuovere la scelta della
candidatura congiunta, i presidenti di Regione Lombardia e
Regione Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, che insieme a Marco
Magnifico, vicepresidente FAI, hanno presentato con un video di
promozione turistica il valore di quella che è già stata
definita la ‘Strada delle Olimpiadi’.

Tra le partnership strategiche presentate durante BIT spicca
inoltre quella tra Regione Lombardia e Regione Puglia.
Un’iniziativa che ha coinvolto oltre 60 buyer internazionali e
la stampa in un incontro che ha avuto come palcoscenico il
suggestivo Belvedere Jannacci di Palazzo Pirelli.

BIT 2018 INAUGURAZIONE

Da domenica 10 a martedì 12 febbraio
2019, Regione Lombardia presenterà la sua ricca offerta
turistica, le iniziative sul territorio, le partnership
strategiche e tutte le novità per il 2019 a BIT – Borsa
Internazionale del Turismo, storica manifestazione che dal 1980
riunisce nel capoluogo lombardo operatori turistici e
viaggiatori da tutto il mondo.

“La BIT rappresenta un’occasione unica per mettere in mostra le
nostre eccellenze artistiche, culturali, paesaggistiche ed
enogastronomiche, una vetrina internazionale che saprà esaltare
le potenzialità turistiche della Lombardia – dice l’assessore
regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni
-. Saranno quattro i macro temi approfonditi dalle diverse
realtà del territorio lombardo: da Leonardo500, in onore del
cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci, che vedrà
Milano e la Lombardia protagoniste con molti eventi ed
iniziative speciali, a Lombardia Segreta, per riscoprire
tradizioni, autenticità e insospettati tesori nascosti
attraverso la storia della regione, dei suoi borghi, dei cammini
storici e degli scorci più inediti, passando per le attività
legate allo sport e alla natura con Lombardia Active, fino a
Sapore inLombardia, per approfondire la tradizione e la cultura
enogastronomica della regione. Eventi, incontri ed appuntamenti
che sapranno valorizzare il turismo lombardo”.

Insieme a 64 co-espositori lombardi, Regione Lombardia
accoglierà professionisti del settore e visitatori presso uno
stand di oltre 700 mq, la cui area eventi sarà palcoscenico di
numerosi incontri e appuntamenti di approfondimento sui temi
protagonisti della strategia turistica dell’intera regione per
il 2019.

Dalle 10 alle 18, per tutta la durata di BIT, le Istituzioni e
le numerose realtà locali e associazioni interverranno presso
l’area eventi dello stand di inLombardia e Regione Lombardia –
Padiglione 3 Stand C21 C27 G04 G18 – per promuovere le
iniziative e le bellezze del territorio lombardo con
approfondimenti, proiezioni e degustazioni.

‘WHITE’: MODA MODELLO VINCENTE

Torna l’appuntamento con White, il
salone della moda contemporary che anche quest’anno si svolgerà
in occasione della prossima fashion week milanese, in programma
dal 19 al 25 febbraio e che vedrà concentrati in via Tortona i
più importanti marchi e brand italiani ed internazionali del
settore.

In questa edizione sarà lanciato il ‘green project GIVE A
FOK-us’, per focalizzare l’attenzione su sostenibilita’,
innovazione ed economia circolare. Al debutto anche due nuove
sezioni Knit Lab e Lounge per confermare il ruolo di Milano e
del salone quali appuntamenti irrinunciabili per il fashion
internazionale.

“Regione Lombardia crede fermamente nella moda – ha sottolineato
l’assessore regionale al Turismo, marketing Territoriale e Moda
– un settore che offre una grande opportunità di crescita
economica e turistica. Per essere vincenti però occorre fare
sistema: soltanto la collaborazione tra istituzioni,
associazioni di categoria e professionisti potranno accrescere
il valore delle produzioni delle nostre aziende e la genialità
dei nostri stilisti, all’insegna di una filiera sostenibile e
avanzata tecnologicamente”.

“In Lombardia operano 34 mila imprese legate al Fashion e solo
13 mila a Milano – ha spiegato Lara Magoni -; numeri importanti
che dimostrano come la nostra regione sia il cuore pulsante
della moda in Italia. Ecco perché è necessario remare tutti
dalla stessa parte ed essere dei precursori nel campo
dell’innovazione e della sostenibilità”.

“Proprio in questa direzione va la misura ‘Fashiontech’ che il
mio assessorato ha recentemente approvato: un finanziamento di
10 milioni di euro a sostegno di progetti emblematici,
finalizzati alla sostenibilità, in grado di esaltare lo spirito
innovativo del nostro tessuto imprenditoriale. Regione Lombardia
– ha concluso Lara Magoni – vuole contribuire concretamente
affinché le imprese possano sviluppare tecnologie avanzate che
rendano ‘sostenibile’, ovvero più accessibile anche al
consumatore finale, l’acquisto di prodotti provenienti da
lavorazioni da filiera sostenibile”.

EVENTI E BUSINESS NETWORKING IN FIERA

“La Lombardia sarà grande protagonista
alla BIT, un’occasione unica per mettere in mostra le nostre
eccellenze artistiche, culturali, paesaggistiche ed
enogastronomiche, per dimostrare al mondo di avere le
potenzialità per diventare la prima meta turistica italiana”.

Così Lara Magoni, assessore al Turismo, Marketing Territoriale e
Moda di Regione Lombardia, annuncia la presenza della Lombardia
alla BIT – Borsa Internazionale del Turismo, in programma a
Milano da domenica 10 a martedì 12 febbraio 2019, storica
manifestazione che dal 1980 riunisce nel capoluogo lombardo
operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo.

AREA ESPOSITIVA – Insieme a 64 co-espositori lombardi, Regione
Lombardia ed Explora, la sua Destination Management
Organization, accoglieranno professionisti del settore e
visitatori presso un’area espositiva di oltre 700 mq, il cui
format grafico riprende il concept di NEXT STOP? #inLOMBARDIA,
la campagna promossa nell’ambito del tour internazionale di
promozione della destinazione lanciato a novembre 2018.

Lo stand è organizzato con un’Area Accoglienza Istituzionale,
compreso di corner per la distribuzione del Passaporto turistico
inLombardia e per la promozione dell’APP #inLombardia PASS.
Cuore dell’area espositiva sarà l’Area Eventi, che ospiterà un
ricco palinsesto di iniziative istituzionali e di promozione del
territorio, oltre a 48 postazioni riservate agli operatori del
B2B per la commercializzazione dell’offerta turistica lombarda,
l’Area Promozione dello stand ospiterà 16 stakeholder del
territorio per la promozione tematica ed esperienziale delle
destinazioni.

ESALTIAMO ATTRATTIVITA’ TERRITORI – “Regione Lombardia vuole
essere protagonista alla BIT mettendo in mostra le sue bellezze
artistiche, culturali, paesaggistiche ed ambientali – sottolinea
l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda Lara
Magoni – L’obiettivo è esaltare l’attrattività dei nostri
territori, puntando sul turismo internazionale, incrementando le
occasioni di incontro e di business per gli operatori di
settore, con una particolare attenzione alle opportunità b2c”.

IL CINQUECENTENARIO DI LEONARDO – Dal cinquecentenario della
morte di Leonardo Da Vinci, che vedrà Milano e la Lombardia
protagoniste con molti eventi ed iniziative speciali sul
territorio, ai borghi, custodi di tradizione, autenticità,
architetture e insospettati tesori nascosti, “la BIT farà
risaltare una Lombardia che si pone come obiettivo ambizioso
quello di diventare la prima meta turistica in Italia. Senza
dimenticare che la Borsa Internazionale del Turismo può
rappresentare una importante opportunità per rafforzare la
candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi invernali del
2026. Un evento che, insieme ai numerosi happening sportivi
internazionali, conferma l’alta vocazione turistico-sportiva
della Lombardia” conclude l’assessore Magoni.

PROMOZIONE SU CANALI DIGITALI – BIT sarà anche l’occasione per
approfondire la sempre più organica strategia di promozione di
inLombardia, che trova la sua massima espressione nel costante
aggiornamento nei canali digitali del brand, il cui sito
in-lombardia.it è grande protagonista perché aggregativo e
capace mettere in rete tutta la filiera del turismo della
regione.

Il sito è solo una delle vetrine di promozione turistica della
regione, a cui si aggiungono i totem digitali distribuiti sul
territorio e le app inLombardia Pass e inLombardia Bike, vetrine
che sono popolate da un’interfaccia unica che consente
integrazione di sistemi terzi e una redazione distribuita anche
localmente sul territorio.

Oltre che ai consumatori B2C, l’ecosistema digitale turistico
della Regione e del sistema camerale diventa anche strumento
essenziale e innovativo per le operazioni B2B: infatti
attraverso la piattaforma tutti gli operatori del settore
potranno accedere a servizi come la prenotazione di fiere,
organizzazione collettiva di Press e Blog tour, iniziative in
campo formativo, workshop e campagne media e digital.

A gennaio 2019, sulla piattaforma sono stati inseriti 1013
luoghi di interesse, 3780 eventi, 754 possibili esperienze,
circa 628 offerte di servizi ancillari e oltre 18385
accomodation grazie ad integrazioni tecnologiche con OpenData
regionali, E015 e sistemi esterni di offerta turistica e ai
caricamenti puntuali dei singoli operatori e territori.

PUGLIA PARTNER STRATEGICO – Tra le partnership strategiche,
invece, spicca quella con la Regione Puglia, che prevede un
programma di sviluppo comune dell’attrattività turistica
denominato Double Your Journey in Italy, con attività congiunte
a livello nazionale e internazionale. Dopo il lancio della
collaborazione in BIT nel 2018, l’esperienza londinese di WTM e
quella moscovita di Buongiorno Italia appena trascorse, le due
regioni si promuoveranno insieme in occasione di uno speciale
‘Fuori BIT’: un evento dedicato a buyer internazionali, stampa e
influencer che si terrà al Belvedere Jannacci, al 31° piano di
Palazzo Pirelli, lunedì 11 febbraio.