SPA WEEK-END

Anche se il giorno degli innamorati è ormai passato, un week-end in una spa è sempre apprezzato. Vi proporrei, un moderno hotel inglese con un ristorante premiato, che si affaccia su uno storico circuito di corse – tra cui colazione e cena, crema di tè e trattamenti spa. Dal suo interno ispirato all’Art Déco e la pista automobilistica che attraversa la reception, il ristorante raffinato e le strutture eccezionali, il Brooklands Hotel non è un rifugio normale. Affacciato su uno dei circuiti più famosi della Gran Bretagna nel cuore del bellissimo Surrey, dove potrete godervi un servizio di prim’ordine a pochi minuti dal Big Smoke. Il ristorante, il bar e il grill dell’hotel del 1907 (che prende il nome dall’anno in cui fu costruita la famosa pista Brooklands) è un’esperienza elegante per i buongustai. I menu sono assolutamente moderni e servono prodotti locali e stagionali in piatti invitanti come pancetta di maiale glassata e bistecca di Chateaubriand. La fantastica spa, che dispone di nove sale per trattamenti, sauna per lui e per lei e bagni di vapore, una sala per la terapia della luce solare, una vasca idromassaggio all’aperto e un’area relax.  L’hotel si trova a Weybridge, nel Surrey, a soli 35 minuti di treno dalla trafficata London Waterloo a Weybridge, quindi in taxi o in 45 minuti in treno dalla stazione Byfleet e New Haw. Se stai guidando, l’hotel è a soli 10 minuti dall’uscita 10 della M25.

 

MILANO FASHION WEEK

Comincia oggi per proseguire fino al 24 febbraio ‘Milano Moda donna’. “I dati – spiega l’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni, commentando un’elaborazione dell’Ufficio Studi, Statistica e Programmazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Registro Imprese (terzo trimestre 2019), che evidenzia che in Lombardia le imprese dello shopping di moda, tra vendita di abbigliamento e accessori, sono 9.774 su 91.138 a livello nazionale – confermano il predominio lombardo nel settore delle imprese legate al ‘fashion'”.

“La Lombardia – continua Magoni – è sempre più di moda. La competitività delle nostre aziende, la ricerca della qualità e del gusto, unito alla
creatività e al genio di designer, creatori e stilisti, rappresentano un valore aggiunto per l’economia locale e nazionale, una bandiera da sventolare a livello internazionale. Compito delle istituzioni è sostenere il comparto, privilegiando il Made in Italy anche attraverso percorsi formativi mirati in grado di far crescere l’occupazione”.

ITALIAN BACKGROUND

After the recent successful collaborations born from the mind of Kim Jones, creative director of the Dior Homme department, Maria Grazia Chiuri also shared a news that will make us Italians happy, the first female director of the French maison has in fact announced the choice to set the parade of the Cruise 2021 collection in Italy, even anticipating it a few days compared to the scheduled date. To be precise, the défilé will be held on May 9 in Lecce, the original place of the designer. It is precisely from Puglia that the designer began to enter the world of fashion, making her first work experiences in the family tailoring located in Tricase.

SAPER FARE ARTIGIANO

Alla vigilia di ‘Milano Moda Donna’, in programma dal 18 al 24 febbraio, i dati confermano il predominio lombardo nel settore delle imprese legate al ‘fashion’. Un’elaborazione dell’Ufficio Studi, Statistica e Programmazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Registro Imprese (terzo trimestre 2019), evidenzia che in Lombardia le imprese dello shopping di moda, tra vendita di abbigliamento e accessori, sono 9.774 su 91.138 a livello nazionale.

“La Lombardia – commenta l’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni – è sempre più di moda. La competitività delle nostre aziende, la ricerca della qualità e del gusto, unito alla creatività e al genio di designer, creatori e stilisti, rappresentano un valore aggiunto per l’economia locale e nazionale, una bandiera da sventolare a livello internazionale. Compito delle istituzioni è sostenere il comparto, privilegiando il Made in Italy anche attraverso percorsi formativi mirati in grado di far crescere l’occupazione”.

“La fotografia – aggiunge Magoni – ci consegna dati davvero positivi per la Lombardia. Ora la vera scommessa è far sì che il ‘saper fare artigiano’ tipico delle imprese del nostro territorio, trionfi sempre di più nelle ‘vetrine’ delle nostre città, luoghi prediletti dello shopping internazionale”.

ITALIAN MAKEUP

Famose in tutto il pianeta, la maggior parte delle aziende make-up, produce, anche per conto di terzi, nel nostro bel paese. Ben il 60% dei trucchi utilizzati dalle donne di tutto il mondo, nasce proprio qui, in Italia: ovviamente senza farlo sapere, affidano il loro successo all’ottima qualità dei prodotti e alla rigida normativa sulla sua produzione, ma soprattutto all’attenzione che i nostri eccellenti ricercatori italiani, investono nella ricerca di nuovi trend. La cultura del bello e la tipica creatività che ci rappresenta, dunque, conquistano ancora e dettano tendenze in tutto il mondo! Non per niente, la vendita di make-up è salita a vista d’occhio nell’ultimo decennio, sfidando la crisi degli altri settori, arrivando a superare un giro d’affari di 10 miliardi ed a dare lavoro a 35mila persone.

SNACK REVOLUTION

Se ultimamente snack e merendine fanno parlare in maniera negativa della loro nuova tassa, in una scuola media in provincia di Firenze, fanno rivoluzione! Fa parte di un progetto di educazione alimentare, la nuova invenzione “Snack Revolution”; un’app che farà dire addio alle macchinette e cibi pronti pre confezionati per dare spazio a cibi freschi e di filiera corta.
Anche le diete speciali non saranno escluse! Ogni spuntino costerà 1,50 e per i genitori sarà sufficiente decidere la merendina per la singola mattina o l’intera settimana, scegliendo il metodo di pagamento più comodo.
Il sindaco: “le app sono uno strumento familiare già a molti ragazzi, siamo sicuri che la partecipazione crescerà ancora e ci permetterà di mettere in atto un sistema innovativo e merende di qualità”

67th BIRTHDAY

In the evening, the Leonardo da Vinci Museum of Science and Technology celebrates its 67th birthday by offering free admission from 19 to 23. In an unusual atmosphere, guests can freely visit the permanent exhibitions, including Leonardo’s New Galleries, participate in interactive seminars such as Tinkering, Leonardo, Food, Genetics and Biotechnology. The evening will also be an opportunity to open to the public the Cybersecurity Co-Innovation Center that Cisco created for the first time in the spaces of the Museum. The proposal also provides insights with Italian and international experts including the meeting with James Beacham or the one with Alfio Quarteroni. Finally, there will be artistic performances, such as that of the pianist Giusy Caruso, live music starting at 9.00 pm with the jazz quintet Cosimo and the Hot Coals.

CASE MUSEO

La costruzione di una rete delle case museo lombarde e l’avvio di politiche congiunte. A questo importante strumento di promozione dell’offerta culturale lombarda sta lavorando l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, che oggi a Palazzo Lombardia a Milano, ha incontrato oltre 30 rappresentanti di case museo (una dimora privata che per la sua valenza storica e per il patrimonio artistico in essa conservato è stata trasformata in museo).

 “Solo costruendo delle reti – ha evidenziato l’assessore Galli – e razionalizzando l’offerta culturale si può assecondare il trend molto positivo di visitatori che sta registrando la regione Lombardia, in netta controtendenza rispetto al dato nazionale”.

“Ho ascoltato con grande attenzione tutte le sollecitazioni pervenute dagli interventi dei presenti – ha detto l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura al termine dell’incontro. Sono numerosi gli spunti che ho ricevuto e che si trasformeranno in prospettive strategiche di lavoro. Ritengo fondamentale articolare l’offerta museale lombarda, che è di assoluto rilievo, in reti tematiche. Mettersi insieme per fare massa critica, avviare delle politiche coordinate dal punto di vista comunicativo, realizzare un logo che contraddistingua le case museo e un sito internet dedicato: sono questi gli obiettivi immediati. Questa iniziativa ci consente di costruire dei percorsi culturali anche all’interno del più vasto tema delle case museo. Penso, per esempio, a percorsi che tengano insieme le case degli scrittori, le case dei collezionisti, le case delle famiglie aristocratiche. E anche a progetti tematici, didattici e di ricerca comuni tra le varie strutture museali. Sulla scia della rete delle case museo, adotteremo lo stesso schema per costruire altre reti museali, rafforzando l’offerta culturale della nostra regione e, così, il suo primato”.

VERSACE DONNA

Se canti una canzone dal titolo “Andromeda” e indossi un abito della Maison “della Medusa”, allora siamo totalmente immersi nella mitologia greca. In un momento in cui si fa tanto parlare di “donna”, ma che purtroppo risuona come specie in protezione, portare sul palco di Sanremo un testo intitolato “Andromeda” salvata dal mostro da un uomo, si può dire che è veramente rivoluzionario. E se la stilosa e giovanissima Elodie scende le scale fasciata in sensualissimi abiti Versace, e canta di una donna che non sarà la “Andromeda” di un uomo, si può definire leggendario. La donna che si vuole salvare ne ha la forza e la capacità.
Lo stile Versace da sempre mette al centro la sensualità della figura femminile, non ha rivali e non teme le mode e i tempi che cambiano. Rimane e rimarrà un grido di vittoria da indossare!!   …questo ed altro anche su Instagram @le_mie_seconde_chiavi

LEGGE OLIMPICA

“Bene l’approvazione della ‘Legge Olimpica’. Abbiamo compiuto un altro passo avanti, ora dovremmo cercare, in sede di approvazione parlamentare, di fare qualche aggiunta per riuscire, nel rispetto delle norme, a rendere le
procedure piu’ snelle in modo da non rallentare l’operativita’”.
Cosi’ il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana,
commenta l’approvazione della ‘Legge Olimpica’ da parte del
Consiglio dei Ministri.

“Per quanto riguarda il tema economico finanziario – ha
sottolineato il presidente – non sono preoccupato.
L’amministratore delegato ha gia’ iniziato a prendere contatti
con possibili sponsor. Sono invece preoccupato per le opere da
realizzare, dobbiamo far presto, non si puo’ perdere tempo.
Occorre muoversi rapidamente per non arrivare alla scadenza con
il fiatone”.