LA LADY ROMANA

Lei non ha grosse pretese, ma ci sono alcuni punti su cui non transige una gran fame, sapori forti e decisi e il colesterolo? È il suo biglietto da visita. Si fa beffe di quelli che badano troppo alla linea è romanaccia e si va dritti al dunque. È puro gusto, un’intenso miscuglio di sapori che nonostante ne sia ghiotto, ancora oggi non sono in grado di spiegare e descrivere, dovete solo provarla. Andate a Roma in un ristorante qualsiasi e ordinate un buon piatto di “pasta alla Carbonara”. Composta da pasta di semola di grano duro, guanciale o pancetta, uova, pecorino, sale e pepe, non si può restarle indifferenti. Ci sono un sacco di diatribe e discussioni sulle numerose varianti in cui viene proposta ma sapete una cosa, l’unico vincitore è quello al tavolo che se la sta mangiando, perché in un modo o nell’altro lei è buona…  Questo ed altro su Instagram @juri_spankhmayer_bassani

BOUTIQUE SPA

Il Moddershall Oaks Country Spa Retreat un elegante rifugio boutique Spa nella campagna dello Staffordshire. Una suite di lusso consigliata dalla Good Spa Guide.  Spazi all’aperto tranquilli: oltre all’idilliaco lago, circondato da boschi tranquilli, campi da tennis gratuiti e noleggio biciclette. Ma è il cortile della spa all’aperto il gioiello di questa Spa che offre una piscina vitality all’aperto di 25 metri quadrati riscaldata, una sauna Kelo e un caminetto, così gli ospiti possono sprofondare nell’acqua mentre le fiamme tremolano nelle vicinanze. Il ristorante in riva al lago si affaccia sui graziosi giardini dell’hotel e si apre su una terrazza estiva e su una terrazza per cenare all’aperto. Suite da sogno: preparate per un sonnellino post-trattamento, le suite monolocale boutique di lusso a cinque stelle sono perfettamente eleganti e moderne nello stile, con illuminazione rilassante, tessuti di lusso e molto spazio per rilassarsi. Un sicuro spazio anti stress.

LEVI’S X LEGO

I lego non solo gioco, ma anche creatività glamour. La celebrità del gioco Lego non è mai passata, è un evergreen. Dal 1932, quando in Danimarca, Ole Kirk Kristiansen, lo inventò. Il nome “Lego” deriva dal mix delle parole danesi Leg e Godt “Gioca bene”. Con i loro colori ci hanno fatto dare sfogo alla nostra immaginazione, costruendo torri, palazzi, forme astratte. Gli stilisti hanno spesso attinto dalla creatività del celebre gioco e lo hanno più volte rieditato per sorprenderci. Lo street style di Levi’s passa adesso attraverso il divertimento e il noto brand di denim ci ha giocato per rendere pazzeschi i loro capi più iconici. Questo ed altro su Instagram @le_mie_seconde_chiavi

FILIERA DELLA NOCCIOLA

“Un’attività originale che non è solo coltura occasionale: con quintali di resa siamo oltre l’attività hobbistica. Perciò Regione Lombardia è interessata a creare una vera e propria filiera della nocciola, dialogando con agricoltori diversi nei territori più vocati per stimolarli a crederci. Stiamo lavorando, inoltre, con la filiera viterbese, caratterizzata da un forte know how in questo settore, e ci stiamo rapportando con players importanti attivi nell’industria della trasformazione della nocciola, interessati in modo particolare alla materia prima prodotta in Lombardia”. Lo ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi che oggi a Besana Brianza (Monza) ha visitato la produzione di nocciole dell’azienda agricola Citterio. Con una produzione di circa 10 chili per pianta – 500 nell’azienda besanese – si estende per 8 ettari; la raccolta avviene tra agosto e settembre.

“Quella che abbiamo visto oggi – ha proseguito l’assessore – è una realtà che farà parte a pieno titolo di questo percorso, che può rappresentare una forma importante di integrazione del reddito e un’occasione per diversificare la produzione agricola in presenza di colture tradizionali meno redditizie. Servono strumenti per incentivare chi produce in un’ottica di distretto”.
Per le sue caratteristiche, la coltivazione della nocciola si inserisce bene nei contesti da valorizzare dal punto di vista ambientale. “Essa infatti rappresenta anche un’opportunità importante per l’agricoltura urbana e periurbana – ha aggiunto l’assessore – e anche per l’impatto corretto che esprime anche in contesti tutelati; non richiede trattamenti particolari, si inserisce correttamente dal punto di vista paesaggistico ed è improntata alle regole dell’agricoltura biologica”.

VEGETARIAN TREND

In recent years, the vegetarian trend has increasingly taken hold in nutrition. In Liguria there are many recipes that favor the use of legumes, vegetables, cereals and fruit. Each season offers the opportunity to rediscover tasty dishes for a healthy choice. Among the vegetarian delicacies the preboggion stands out, a mixture of spontaneous herbs prepared in spring by a short boiling, which is often used to create tasty soups, or as a filling for ravioli, pansoti and savory pies.

SILENT BOOK

Il Museo Bagatti Valsecchi celebra la fine di settembre e l’arrivo dell’autunno proponendo al pubblico attività già sperimentate con successo. Per i due weekend di settembre (18 e 19, 25 e 26), il venerdì e il sabato i visitatori saranno infatti omaggiati del Silent Book: un piccolo libriccino composto di sole immagini che accompagna a ricercare i particolari e gli oggetti della collezione durante il percorso di visita. Guardare il Museo con occhi nuovi, giocando a scoprire i dettagli e i colori degli ambienti e delle collezioni: è questo l’obiettivo del Silent Book, un piccolo libro realizzato nel 2006 grazie alla generosa sponsorizzazione della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, accessibile a tutti i visitatori perché privo di barriere linguistiche e culturali.

PRIMO GIORNO

“E’ ricominciata la scuola e ho sempre detto – e ribadisco – che la ripresa delle lezioni è fondamentale per dare la sensazione di un ritorno alla normalità: professori, dirigenti scolastici, personale amministrativo hanno lavorato in maniera positiva, nonostante qualche problema evidente come la copertura delle classi e altre criticità che avrebbero dovuto trovare soluzione con più largo anticipo. I ritardi hanno causato non pochi problemi”.

Così il presidente della Giunta regionale intervenuto all’inaugurazione dell’anno scolastico all’Istituto di Istruzione Superiore (Iss) Giuseppe Luigi Lagrange di Milano che ospita, oltre a un Liceo scientifico con indirizzo in Scienze applicate e uno con indirizzo sportivo, un Istituto Tecnico settore Tecnologico Istituto Professionale per i Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (IPSEOA).

Insieme al governatore della Lombardia anche l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro e il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Milano.

“Lo dico da tempo – ha ricordato il presidente della Regione Lombardia – se ci fosse maggiore autonomia sicuramente non vivremmo queste preoccupazioni”.

“Mi aspettavo che il governo arrivasse ‘prima’ alla preparazione dell’inizio dell’anno scolastico – ha chiosato – perché le scelte su questioni come l’individuazione delle graduatorie andava fatta a luglio e non all’ultimo momento, soprattutto in un anno particolare come quello attuale. Uno dei problemi più gravi è la mancanza di insegnanti, al di là delle vicende relative alla questione dei banchi”. “Io stesso – ha commentato – sono andato a scuola per 13 anni utilizzando un banco singolo”.

Il presidente della Regione, insieme all’assessore regionale all’Istruzione si è poi recato al Capac – Politecnico del Commercio e del Turismo di Milano, dove ha visitato le aule frequentati dagli studenti del corso in orologeria e gli ambienti che ospitano la formazione in food and beverage.

MYTH FOR STYLE

The summer now consumed has seen several anniversaries in the hotel sector, but the Hotel du Cap-Eden-Roc, an emblem of exclusivity and glamor in the heart of the French Riviera this summer celebrated its 150th anniversary in a renewed guise. It is located halfway between Marseille and the Italian border on the coast of the Riviera clearly identifiable by the pink plaster, a myth for style holidays. Always frequented, even recently, by famous people including Ernst Hemingway, Rodolfo Valentino, Picasso and many others. The architect Patricia Anastassiadis to celebrate the anniversary  has rethought some emblematic spaces finding a dialogue between past and present. Fascinating and exclusive to see.

SIGNORA IN ITALIA

In mezzo alla movida romagnola, dopo una bella giornata al mare ecco il classico languorino. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi ed è lei che comanda qui. Il suo profumino lo si sente già per le strade, il suo fascino e  carisma sono dettati dalla semplicità, a lei non piace farsi trovare nei ristoranti gourmet, lei predilige i classici chioschetti colorati a bande verticali con colori che variano a seconda della località. Il suo vestito è fatto di una focaccia di farina di grano, strutto o olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, e viene tradizionalmente cotta su un disco di terracotta o una piastra metallica. Il suo interno dipende dal “carattere” che le si vuole dare, e le sue combinazioni sono pressoché infinite… adoro quella con crudo, squaqquerone, rucola e salsa boscaiola.  Ecco sua maestà la piadina romagnola, simbolo della regione e orgoglio del made in italy . Bambini che vogliono dare un morso a quella dei genitori, ragazzi che l’addentano mentre parlano della notte brava che li attende, coppie di anziani che sedute su panchine l’assaporano parlando… la signora ha conquistato ancora una volta tutti. Questo ed altro su Instagram @juri_spankhmayer_bassani

AGRICOLTURA E TURISMO

Taglio del nastro della nuova sede del Consorzio Franciacorta, questa mattina, a Erbusco (Brescia) alla presenza degli assessori regionali all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi e al Turismo, Marketing territoriale e Moda.

A fare gli onori di casa il presidente del Consorzio, Silvano Brescianini, che ha completato la riqualificazione delle ex elementari di via Verdi avviata dal suo predecessore Vittorio Moretti.

“L’inaugurazione di oggi – ha detto l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia – è un segnale forte di positività che il territorio sta mandando. La locomotiva lombarda è pronta a trainare l’economia del Paese e il settore agroalimentare sarà protagonista”. “I vini lombardi -ha aggiunto – sono sempre più conosciuti in Italia e nel mondo per la loro qualità e il consorzio Franciacorta è uno dei portabandiera della viticoltura lombarda. La Regione sta investendo molto in questo senso”. “In questi giorni – ha ricordato – aprirà il bando #iobevolombardo grazie al quale promuoviamo l’alleanza tra ristoranti e vini del territorio. Abbiamo stanziato 3 milioni di euro con l’obiettivo di iniettare liquidità immediata nella nostra economia”.

Franciacorta significa vino, ma anche turismo ed enogastronomia. “Da sempre – ha spiegato l’assessore regionale a Turismo, Marketing territoriale e Moda – enogastronomia e turismo rappresentano un binomio vincente e l’inaugurazione della nuova sede ci permette di brindare con delle squisite bollicine della Franciacorta, prodotto d’eccellenza dell’enologia lombarda”. “Proprio il vino – ha aggiunto – con la sua storia e cultura, permette al turismo di percorrere nuove strade, alla scoperta di cantine e vigneti, dolci colline e paesaggi incantati delle nostre terre. Eccellenze culinarie, itinerari della tradizione e luoghi unici che la nostra Lombardia può offrire: in tal senso, il vino rappresenta un valore aggiunto importante per il turista, alla ricerca di sapori autentici”. “Il dolce nettare delle viti nostrane – ha concluso l’assessore – potrà contribuire in maniera determinante a far rinascere il turismo della Lombardia, facendolo tornare ai suoi splendori”.