NAVIGAZIONE LAGHI LOMBARDI

Un contributo di 5,3 milioni di euro per valorizzare i laghi lombardi potenziando le infrastrutture, la portualita’ e la navigazione turistica e di linea. E’ quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’ sostenibile, Claudia Maria Terzi.

FINANZIATI 43 INTERVENTI – “Finanziamo 43 nuovi interventi – ha spiegato l’assessore Terzi – che saranno avviati e completati nell’arco del biennio 2018-2019 per un importo complessivo di 5.358.050 milioni di euro. Si tratta di stanziamenti destinati alle Autorita’ di bacino lacuale (laghi di Garda, Iseo, Maggiore, Lario e Ceresio) e ai Comuni rivieraschi. Il programma approvato include interventi che vanno dalla riqualificazione o di porti e pontili alla valorizzazione di passeggiate a lago, spiagge e piste ciclopedonali, dall’ammodernamento delle strutture per la navigazione pubblica di linea e da diporto alla realizzazione di parcheggi, fino al consolidamento delle sponde. Nel dettaglio vengono realizzate 8 nuove opere sul Lago Maggiore, 12 sul Lago d’Iseo, 5 sul Lago di Garda, 12 sul Lario e 6 sul Lago Ceresio, oltre a quelle gia’ in corso di realizzazione e precedentemente finanziate”.

OPERAZIONE RILANCIO DEI NOSTRI LAGHI – “Attraverso queste opere – ha proseguito Terzi – diamo risposte alle istanze dei territori contribuendo ad attuare un’operazione di rilancio dei nostri laghi, con l’obiettivo di migliorare i servizi offerti ai cittadini e rafforzare l’attrattivita’ anche sotto il profilo turistico delle aree interessate. Questo provvedimento testimonia come la Regione riservi la massima attenzione, tramite azioni concrete, al tema della tutela e dello sviluppo dei laghi lombardi. Implementare una serie di infrastrutture, migliorandone decoro e funzionalita’, significa accrescere le potenzialita’ di zone che rappresentano un patrimonio di bellezza unico in Italia e in Europa, a vantaggio di residenti e turisti”.

TURISMO IN VALTELLINA

Destagionalizzare l’offerta turistica, puntare sulle eccellenze per rafforzare l’immagine della destinazione e potenziare i collegamenti. E’ questa la ricetta per sviluppare in maniera sinergica il settore del turismo in Valtellina.

SERTORI: ATTENZIONE ALLE FRAGILITA’ – “Abbiamo territori paesaggisticamente suggestivi, con delle potenzialita’ grandissime ma con altrettante fragilita’ che non possiamo ignorare. I dati del turismo registrano segnali positivi, ma auspichiamo che possano aumentare a livello esponenziale attraverso il potenziamento dei collegamenti per migliorare l’accessibilita’ del territorio. Qualcosa abbiamo fatto ed altro dobbiamo ancora fare per ridurre soprattutto la distanza Milano-Sondrio” ha detto l’assessore alla Montagna, Enti Locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, oggi, a Sondrio, intervenendo al forum ‘Turismo in Valtellina: dati, progetti in corso e visione futura’ in merito alle politiche specifiche regionali della montagna lombarda.

POTENZIAMENTO COLLEGAMENTI – “Con il presidente Fontana e il sottosegretario ai Grandi Eventi Sportivi, Antonio Rossi – ha aggiunto – ci stiamo attivando per portare a casa le Olimpiadi invernali 2026, che sono sicuro sapranno valorizzare al meglio la nostra valle. Lavoreremo in questa direzione per accelerare la realizzazione di nuove infrastrutture, come la tangenziale di Sondrio, e per il potenziamento del trasporto pubblico su ferro Regione Lombardia infine si pone come obiettivo quello di valorizzare i prodotti tipici locali e apprezzati a livello internazionale, nonche’ tutti quei progetti territoriali in grado di destagionalizzare il settore turistico”.

MAGONI: ESALTARE LE ECCELLENZE E L’IMMAGINE – “Regione Lombardia crede fortemente nelle potenzialita’ turistiche ed attrattive della Valtellina e proprio per questo motivo presenta un nuovo progetto per la valorizzazione del turismo montano, dedicato proprio alla provincia di Sondrio. Grazie all’approvazione del piano annuale della promozione turistica e dell’attrattivita’ in attuazione di un accordo di programma con il sistema camerale – ha spiegato l’assessore al Turismo e Marketing Territoriale Lara Magoni – la Regione sta predisponendo un progetto in grado di esaltare le eccellenze di un territorio a chiara vocazione turistica”. La misura sara’ operativa entro l’estate e prevede una serie di iniziative di marketing territoriale.

“L’obiettivo – ha concluso – e’ migliorare la percezione dell’immagine della Valtellina, predisporre il lancio della stagione invernale 2018/2019, prevedere azioni per rendere il territorio sempre piu’ appetibile a livello nazionale ed internazionale. Per questo e’ necessario valorizzare le peculiarita’ di un territorio che puo’ offrire elementi virtuosi come lo sport attivo e green, enogastronomia di qualita’, esperienze di wellness, cicloturismo, cultura e tradizioni, ospitalita’ e spirito di accoglienza”.

ADAMELLO SKI

Incudine, Monno, Ponte di Legno, Temu’, Vezza d’Oglio e Vione sono i comuni della provincia di Brescia interessati dal progetto ‘Ass&t – Adamello sviluppo sostenibile & turismo’, proposto nell’ambito di ‘Asset’. Il bando e’ stato presentato oggi, dopo la tappa a Breno, nella sede del comune di Ponte di Legno (Brescia) dall’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli. Capofila di ‘Ass&t’ che ha un valore di 630.000 euro e’ l’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica. I fondi sono messi a disposizione dall’Unione dei Comuni (150.000 euro), dalla Regione Lombardia (300.000), dal Consorzio Adamello Ski in qualita’ di investitore privato (90.000) e dalle imprese beneficiarie dei contributi sui bandi (90.000).

FONDAMENTALE COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATO – “Questo e’ un progetto doveroso nei confronti del territorio – ha spiegato Mattinzoli – ed e’ iniziato alla fine del 2017 con la decima Legislatura. Sta funzionando bene e stanno aderendo Comuni, Comunita’, imprese private. Quando c’e’ la collaborazione tra pubblico e privato per la valorizzazione del territorio, gli obiettivi che si raggiungono sono importanti e significativi”.

REGIONE VICINA A PERIFERIE – “In questo contesto – ha detto ancora Mattinzoli – e’ importante la presenza della Regione che non e’ solo vicina ai luoghi piu’ centrali, ma sempre attenta a tutte le comunita’. Vantiamo un territorio, bellezze naturali e un ‘offerta per lo sviluppo socio economico che sono assolutamente da valorizzare. Percio’ il nostro dovere non e’ un esercizio di virtuosita’, ma un impegno che ci siamo presi nei confronti dei territori”.

IL PROGETTO – Il progetto mira a sviluppare, diffondere ed implementare, l’innovazione tecnologica e lo sviluppo del turismo sostenibile, a partire dal cicloturismo (Percorso Ciclabile di Interesse Regionale 12 Oglio – Diramazione: PCIR 12a Edolo (BS) – Ponte di Legno (BS)) e dall’Adamello Bike Arena, per qualificare e promuovere l’attrattivita’ del comprensorio Adamello nel mercato turistico regionale, nazionale ed internazionale. ‘Ass&t’ nasce anche con l’obiettivo di promuovere e sostenere lo sviluppo socioeconomico ovvero favorire e sostenere l’imprenditorialita’ locale e l’occupazione, nonche’ il mantenimento e l’aumento del livello occupazionale della popolazione residente.

AREE DI INTEVENTO – Gli obiettivi specifici ed operativi della prima area d’intervento sono la creazione di nuovi servizi a favore del segmento cicloturismo e bike; la qualificazione e l’adeguamento delle attivita’ locali al segmento cicloturistico e bike; l’innovazione tecnologica/digitale delle attivita’ locali. La seconda area di intervento prevede la promozione l’animazione e il marketing. Consorzio Adamello Ski e Unione dei Comuni dell’alta Valle Camonica intendono attivare un piano promozionale a sostegno del cicloturismo per creare eventi e manifestazioni dedicate e per sviluppare una piattaforma, Pontedilegno-Tonale bike resort, che possa fungere da driver di crescita del comprensorio nella stagione estiva. Gli interventi pubblici riguarderanno invece la terza area d’intervento incentrata sulla valorizzazione e miglioramento della ciclopedonale dell’alta Valle Camonica.