COCCOLE E NEVE

Neve, sci, ma anche idromassaggi e bagni turchi. A Madonna di Campiglio sport e benessere sono sempre assicurati. Con 124 tra hotel e centri benessere, ospita tra le più belle piste sciistiche italiane, che si sviluppano lungo 150 km di piste, 57 impianti di risalita, 50 mila mq di snowpark, 40 km per lo sci nordico. Sono diverse le strutture che offrono pacchetti e trattamenti wellness nella perla delle Dolomiti di Brenta., dotate di piscine, idromassaggi, sauna finlandese e bagno turco. Incorniciata da un paesaggio di singolare bellezza, tra le Dolomiti di Brenta Patrimonio Unesco troviamo la Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta che è uno dei principali punti di riferimento per gli sport sulla neve, tra cui sci aplinismo, di fondo, snowboard, pattinaggio sul ghiaccio, sleddog, Insomma una coccola che bisognerebbe assolutamente regalarsi, per il fisico e per la mente.

PANINI DOP

“McDonald’s acquista ogni anno più di 8.000 tonnellate di prodotti lombardi da 7 fornitori: latte bresciano e insalata bergamasca passando per i salumi e i dolci milanesi. In Lombardia sono presenti anche numerosi allevamenti che sono parte della filiera bovina di approvvigionamento. Per noi è fondamentale veicolare le nostre eccellenze e la qualità delle nostre materie prime attraverso tutti i canali della ristorazione. Lavoreremo affinché la collaborazione con le aziende agroalimentari lombarde si ampli e sia sempre più forte”. Lo ha detto l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia Fabio Rolfi che ha partecipato, questa mattina, alla presentazione ufficiale della nuova edizione ‘My Selection’ di McDonald’s, la linea di hamburger premium selezionati da Joe Bastianich e realizzati con ingredienti DOP e IGP dei Consorzi italiani.

Dopo il successo delle prime due edizioni con quasi 30 milioni di panini veduti, prosegue, infatti, la collaborazione tra McDonald’s e i Consorzi di tutela e i produttori locali. Nuove ricette e ingredienti di qualità per rendere la nuova linea di burger premium ancora più italiana. Gli ingredienti di alta qualità sono stati scelti per abbinarsi perfettamente alla carne e al pollo provenienti da allevamenti italiani.

‘My Selection’ e la pluriennale collaborazione con i Consorzi di Tutela delle materie prime DOP e IGP e si inseriscono in un percorso che ha portato progressivamente McDonald’s a rivolgersi a fornitori per l’84% italiani. Ogni anno McDonald’s acquista 94.000 tonnellate di materie prime nostrane, per un investimento nel comparto agroalimentare del nostro paese di 200 milioni di euro.

“Già oggi – ha sottolineato l’assessore Rolfi – il 40% dei pasti viene consumato fuori casa e spesso con i nuovi metodi di somministrazione”. “Connettere la nostra industria agroalimentare alle esigenze commerciali – ha concluso – è fondamentale per la redditività economica delle aziende e per alzare la qualità dei prodotti”.

Hanno partecipato alla presentazione  anche 60 studenti degli istituti alberghieri ‘Carlo Porta’ di Milano e ‘Giovanni Falcone’ di Gallarate (VA), invitati a partecipare a una sfida di cucina per la creazione del miglior panino a base di ingredienti DOP e IGP.

LET’S REMEMBER FEDERICO

On Monday 20 January 2020, on the day of the centenary of his birth, Federico Fellini is remembered at the Palazzo Reale in Milan with the international conference, entitled “Let’s remember Federico Fellini”. An opportunity to celebrate the great director and pay him homage.

The exhibition at Palazzo Reale: “1920 – 2020 Federico Fellini. A story ”Palazzo Reale in Milan will be the protagonist of the celebrations also thanks to the great exhibition“ 1920 – 2020 Federico Fellini. A story ”, to be held from 17 September to 15 November 2020, the first that Milan dedicates to the director.

The exhibition, which will close the celebratory year, traces the life and work of the master through the exhibition of original materials, documents and objects – from drawings to caricatures to costumes, sketches, film scenes, sketches of his dreams in drawn notes – and at the same time he re-creates that world, “Fellini”, made of circuses and fairs and inhabited by puppets, clowns, disinherited and calves.

MANI D’ORO

Homo Faber, i mestieri d’arte tornano a Venezia. Dopo il successo della prima edizione nel 2018, la Michelangelo Foundation porta di nuovo alla Fondazione Cini le eccellenze del saper fare italiano, europeo e anche giapponese, per riscoprire la bellezza del lavoro delle mani. Anche con itinerari in città 17 spazi espositivi  ognuno dedicato a un aspetto dell’artigianato d’eccellenza, dall’oreficeria alla mosaicistica, dai maestri cartai ai liutai, artigiani che sarà possibile ammirare al loro tavolo di lavoro. Ospite speciale della seconda edizione sarà il Giappone, con una serie di mostre dedicate ai suoi “Tesori Nazionali Viventi”, appellativo che il Paese del Sol Levante attribuisce ai suoi migliori maestri artigiani: saranno loro a portare a Homo Faber 2020 oggetti realizzati con tecniche antiche, dalla lacca alla tintura dei tessuti. Anche la moda avrà uno spazio spceiale: il lato più moderno dell’artigianalità sarà svelato in una “capsule collection” di abiti sostenibili per uomo e donna disegnati in Italia e realizzati a mano nel Regno Unito, creati da un gruppo di studenti italiani di design in collaborazione con i migliori talenti artigiani britannici.

GLASS IGLOO

Ho trovato una vacanza degna della Lapponia con un soggiorno in un igloo in vetro, il tutto alla ricerca dell’aurora boreale con una slitta trainata da cavalli. Non male direi per fuggire nella natura selvaggia invernale della Lapponia finlandese con il viaggio della vita nell’Artico innevato. Rilassarsi in un igloo tutto vetro per una notte, situato vicino al meraviglioso lago Ranuanjärvi. Pensa che ogni spettacolare igloo ha una vista mozzafiato sulle acque aperte e sull’orizzonte settentrionale. Inclusi nel viaggio anche giro in slitta di due ore attraverso il meraviglioso paese delle meraviglie invernale. La tua guida ti racconterà storie sulla Lapponia mentre scruti i cieli notturni per quel bagliore di smeraldo sfuggente. Il Ranua Wildlife Park è a portata di mano e in loco troverai anche un ristorante e un parco giochi fatto di neve. Il villaggio turistico si trova a poco più di un’ora d’auto dall’aeroporto di Rovaniemi, un bellissimo viaggio attraverso paesaggi lapponi, quasi quasi parto. Ops dimenticavo, l’aurora boreale è un fenomeno naturale,  speriamo di vederla.

AFTER PITTI

Pitti Uomo è l’evento in cui si delineano di anno in anno i contorni della moda maschile. Gli albori dello streetstyle come ossessione si sono visti proprio nelle strade di Firenze, così come oggi si riscopre il gusto di uno stile classico ed elegante nell’edizione numero 97 di Pitti Uomo, la prima del 2020. Cercando di indovinare delle tendenze a partire dalle proposte dei brand per l’autunno inverno 2020 2021 ci sembra di intravedere una novità: un’inversione di rotta, un ritorno all’origine, un’implosione del design verso il suo nucleo pulsante fatto di completi doppiopetto e di maglieria color kaki. L’impressione che si ha è quella di un rinnovamento: la tradizione trasuda dalle feritoie dei palazzi rinascimentali per convogliare in un peltro alchemico di tessuti hi-tech e nuove tecniche di lavorazione. Comune denominatore di quest’equazione stilistica è l’attenzione assoluta al materiale: la qualità non si predilige, è l’unica alternativa possibile. E a Pitti Uomo lo sanno da sempre. Ecco le principali tendenze e le cose più interessanti viste a Pitti Uomo 2020 appena concluso. Novità assoluta per il menswear è l’abbandono quasi assoluto di tonalità scure e cardinali come il nero e il blu, che lasciano il posto alla mollezza più portabile e casual delle tinte autunnali. Grigio, kaki, sabbia, verde militare e ocra si intrecciano nella maglieria Cruciani e Brooksfield, diventando color tortora screziato di rosso e tangerine nel ready-to-wear Mezulic.

BORGHI D’ITALIA

Tra i monti e il lago il clima mite insolito per la zona da secoli attrae intellettuali e ricca borghesia in vacanza. L’eredità del suo passaggio oggi si ammira in magnifiche ville e giardini rigogliosi in cui le piante esotiche si affiancano a viti, ulivi e agrumi.

Tremezzina è l’unione di dieci frazioni in provincia di Como che prendono il nome dal borgo principale di Tremezzo, noto come “città giardino”. Tremezzo è una “terra di mezzo” tra il Lario e il valico Canton Grigioni. Il clima mite del luogo che incantò anche Stendhal attirò sin dal Diciottesmo secolo il turismo della ricca borghesia europea che lasciò in eredità al luogo incantevoli ville e parchi all’italiana, giardini di raffinata architettura in cui agli ulivi si affiancavano piante esotiche. Su tutte la celebre Villa Carlotta, casa museo a bordo lago con uno spettacolare giardino botanico, perfetto punto di incontro tra ingegno umano e natura.

MINISKIRT FOREVER

E se la minigonna fosse per sempre? E’ uno dei capi che ha fatto la storia del guardaroba femminile, ed è un passione senza età. Fino agli anni ’80, a 33 anni molte donne ritenevano giunta l’ora di appendere la mini al chiodo. Ma se si è bella, stilosa e in gamba, la minigonna è per sempre. Mary Quant inventò un capo destinato a rivoluzionare il mondo della moda. E’ un grido di indipendenza. E l’indipendenza al femminile passa anche nel sentirsi sexy dentro una minigonna a qualunque età. La storia, la rivoluzione non si può trincerare dentro un singolo segmento. “La moda dovrebbe essere un gioco” disse Mary Quant, e giocando ci si sente felici! … questo ed altro anche su Instagram @le_mie_seconde_chiavi

MILAN FASHION WEEK

The big appointment of the Milan fashion week dedicated to men’s fashion F / W 2020-21 starts today, and WHITE returns to the protagonist with a new project totally focused on sustainability. WSM Fashion Reboot will be hosted tomorrow at BASE Milano, in the heart of the Tortona district, and will offer installations, exhibitions, events and a rich calendar of activities and workshops to involve not only professionals, but the whole city. Among the main themes of this first edition: the relationship between fashion and water, fashion and chemicals, fashion and fossil fuels, fashion and waste management.

LOMBARDIA DIGITALE

 “La Lombardia si conferma la regione più digitale d’Italia. Le nostre politiche rivolte a imprese e cittadini puntano a una forte semplificazione che sta dando risultati evidenti in termini di snellimento della burocrazia. Questo risultato è un’ulteriore conferma che siamo sulla strada giusta”.

Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala commentando la performance registrata dalla Lombardia rispetto alle altre regioni italiane sul DESI 2019 (Indice di digitalizzazione dell’economia e della società), che misura il posizionamento dei paesi membri dell’UE rispetto all’avanzamento digitale valutato su 5 aree: connettività, capitale umano, uso di internet, integrazione delle tecnologie digitali e servizi pubblici digitali.

Per fornire un quadro più approfondito del posizionamento dell’Italia sul DESI, l’Osservatorio sull’Agenda Digitale del Politecnico di Milano, in collaborazione con AgID e Team Digitale, ha replicato l’indice europeo a livello delle regioni e delle province autonome italiane.

“Dallo studio  – ha aggiunto il vicepresidente – è emerso che la Lombardia ha ottenuto il migliore risultato in assoluto nei settori della connettività, in particolare in merito alla diffusione della banda ultra-larga e per la qualità dei servizi pubblici digitali alle imprese e ai cittadini e all’uso degli open data”.

“A proposito di servizi pubblici digitali – ha proseguito – abbiamo aperto una recente sperimentazione nel Comune di Cinisello Balsamo che ha permesso ai genitori con un figlio iscritto all’asilo nido di ottenere il bonus regionale ‘Nidi Gratis’ letteralmente con un solo clic sul proprio cellulare. Grazie alle garanzie offerte dalla tecnologia blockchain di Regione Lombardia il 90% dei controlli sono stati effettuati automaticamente, con un risparmio di 3500 ore di lavoro amministrativo e un sostanziale azzeramento dei tempi di attesa per i cittadini”.

“L’obiettivo adesso è quello di estendere queste tecnologie vincenti su tutto il territorio” ha concluso Sala.09