MILANO DIGITAL WEEK

“Come Regione Lombardia siamo orgogliosi di investire nel prossimo triennio 750 milioni dieuro in ricerca e innovazione. Lavoriamo a fianco delle nostre imprese, per permettere loro di realizzare progetti innovativi e
sviluppare nuovi brevetti, come dimostra il nostro bando da 70
milioni dedicato a imprese e centri di ricerca”. Lo ha detto il
vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala,
commentando la conclusione, oggi, della ‘Milano Digital week’,
la cinque giorni meneghina ricca di eventi dedicati
all’innovazione digitale.

“Stiamo realizzando un portafoglio digitale, per consentire ai
cittadini lombardi di avere tutte le certificazioni di cui hanno
bisogno – ha aggiunto Fabrizio Sala -. Una semplificazione
burocratica che speriamo possa fare da traino per tutte le altre
Regioni”.

“Con la sperimentazione del 5G che ci vede in campo – ha
concluso il vicepresidente – si possono compiere importanti
progressi nella velocità e nei tempi, soprattutto in campo
sanitario con un notevole miglioramento per la vita dei
cittadini lombardi”.

‘SALONE DEL MOBILE’

In occasione del Salone del Mobile, che si terrà a Milano dal 9 al 14 aprile, gli spazi istituzionali di Palazzo Lombardia si trasformeranno in un vero e proprio ‘hub della creatività’. ? infatti in programma un ricco calendario di
iniziative, eventi, mostre e approfondimenti dedicati al design,
settore trainante per l’economia lombarda e nazionale.

“Regione Lombardia – ha spiegato Lara Magoni, assessore
regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda – crede
fermamente nel design quale driver di attrattività del
territorio. Tra gli obiettivi del mio assessorato c’è la
valorizzazione della creatività dei giovani designer; il
percorso è iniziato con l’Hackathon Design 2018, tenutosi lo
scorso dicembre, che ha coinvolto oltre 120 studenti delle
scuole di design e professionisti under 35, provenienti da 17
Paesi diversi, per dar vita a progetti innovativi che rendano la
sede istituzionale della Regione un luogo riconosciuto e
identificabile, un vero e proprio landmark”.

Tra le iniziative regionali previste nel corso della Settimana
del Design, vi saranno anche le premiazioni dei partecipanti
all’Hackathon e la presentazione delle 20 idee progettuali
selezionate nell’ambito del bando ‘Design Competition – Expo
Dubai 2020’, dedicato a giovani designer che, in collaborazione
con imprese del settore, realizzeranno i prototipi sul tema
‘Connecting spaces’ che saranno esposti a Expo Dubai 2020.

“Il mio assessorato – ha aggiunto Lara Magoni – è impegnato
inoltre nella realizzazione di un ‘Fuori Salone diffuso’, per
far sì che un evento attualmente prettamente milanese possa, in
futuro, coinvolgere l’intera Regione e diventare così una
rassegna estesa a tutto il suo territorio. Penso ad appuntamenti
e kermesse nelle principali città d’arte lombarde e luoghi più
attrattivi della regione. Per iniziare, il nostro obiettivo è
quello di realizzare nel 2019 due eventi sul territorio
regionale in periodi diversi da quello del Fuorisalone di Milano
e per fare questo abbiamo lanciato una manifestazione
d’interessi per la raccolta di proposte da soggetti pubblici e
privati, anche in partnership, che si chiuderà il 30 aprile
2019”.

GLOBAL STRIKE

Regione Lombardia scende in campo del
giorno del ‘Global Strike for future’.
Questo pomeriggio l’assessore regionale all’Ambiente e Clima
Raffaele Cattaneo ha incontrato una delegazione di giovani di
‘Rete Milano per il clima’, soggetto nato per aggregare varie
anime ambientaliste, accompagnata dalla presidente di
Legambiente Lombardia Barbara Meggetto e dal vicepresidente
Marzio Marzorati.

Al centro dell’incontro, a Palazzo Lombardia, cui hanno preso
parte anche il direttore generale della Direzione Generale
Ambiente e Clima Mario Nova e il Direttore Generale di Arpa
Fabio Carella, le azioni messe in campo dalla Regione Lombardia
a tutela dell’ambiente.

CATTANEO: APERTI A DIALOGO E PROPOSTE – “Sono molto soddisfatto
di questo incontro – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente
e Clima Raffaele Cattaneo – perché a nessuno può essere tolto il
diritto di avere un futuro, ma averlo è un dovere di chi lo
rivendica. Apprezzo che i nostri giovani si siano messi in moto
per ricordare a chi ha responsabilità che per contrastare i
cambiamenti climatici servono interventi immediati. In tal
senso, Regione Lombardia ha messo in pratica varie azioni
concrete sin dal 2010 per l’adattamento e la mitigazione del
cambiamento climatico ma forse ancora il lavoro non è stato ben
percepito da tutti come la vera sfida del momento”.

DELEGAZIONE SIEDA AL TAVOLO DELL’OSSERVATORIO – “Per affrontare
questi temi – ha aggiunto – abbiamo istituito l’Osservatorio
regionale sull’economia circolare e la transizione energetica.
Il tavolo si riunirà per la seconda volta a metà aprile e ho
chiesto alla delegazione di giovani di essere presente, al fine
di formulare richieste, proposte e osservazioni direttamente in
quella sede”.

REGIONE LOMBARDIA PER L’AMBIENTE – “Regione Lombardia – ha
spiegato l’assessore regionale – ha attivato varie azioni per
affrontare problemi prioritari. Ad esempio, per migliorare la
qualità dell’aria abbiamo stanziato 50 milioni per il rinnovo
dei veicoli commerciali e privati e partiremo con la ‘black
box’. Per l’efficientamento energetico di edifici pubblici sono
stati pubblicati bandi per oltre 60 milioni di euro e stiamo
lavorando per aumentare la produzione di energia rinnovabile,
oggi già in linea con gli obiettivi dell’Unione Europea. Sono
positivi anche i numeri relativi alla raccolta differenziata,
comparto in cui la Lombardia è leader, ma puntiamo sempre e
comunque a migliorare”.

UNITI PER UN SOLO OBIETTIVO – “Quella del contrasto ai
cambiamenti climatici – ha concluso Cattaneo – è una sfida che
si vince solo remando tutti nella stessa direzione: costruiamo
proposte insieme ai giovani impegnati giustamente in prima linea
per difendere il proprio futuro”.

SOCIAL NETWORK E BENESSERE

L’assessore allo Sport e Giovani della
Regione Lombardia, Martina Cambiaghi, parteciperà domani,
venerdì 14 marzo, alla presentazione di ‘#AbbiCuraDiTe: Social
network e benessere giovanile’.
Il progetto, realizzato dall’ASST Rhodense, Ente del Sistema
Sociosanitario lombardo, e dagli studenti dell’Università
Cattolica del Sacro Cuore (Corso di Laurea CIMO-comunicazione
per l’impresa i Media e le Organizzazioni Complesse), si
sviluppa attraverso una campagna di comunicazione rivolta agli
adolescenti.

L’evento rientra nel palinsesto della Milano Digital Week ed è
realizzato da Regione Lombardia in collaborazione con
l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Oltre all’assessore regionale Martina Cambiaghi saranno presenti
il preside della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università
Cattolica del Sacro Cuore Angelo Bianchi, il direttore di Almed
Maria Grazia Franchi, il direttore Generale Sport e Giovani di
Regione Lombardia Simone Rasetti e gli studenti della laurea
magistrale CIMO (comunicazione per l’impresa i Media e le
Organizzazioni Complesse) che hanno sviluppato il progetto.

– ore 11 Università Cattolica del Sacro Cuore (Largo Agostino
Gemelli, 1- Milano), Aula Magna.

STRAMILANO 2019

Regione Lombardia correrà la Stramilano
2019 con una propria ‘squadra’ caratterizzata da una maglietta
dedicata all’evento. Lo hanno comunicato l’assessore allo Sport
e Giovani Martina Cambiaghi e il sottosegretario ai Grandi
eventi sportivi Antonio Rossi intervenuti oggi a Palazzo Marino
alla conferenza stampa di presentazione della gara in programma
a Milano domenica 24 marzo.

L’idea di partecipare alla ‘Stramilano’ con un team della
Regione è piaciuta al presidente Attilio Fontana che ha subito
raccolto le tante istanze degli sportivi che lavorano nelle sedi
regionali e da sempre presenti alla più nota delle corse
milanesi.

Per rendere riconoscibile la ‘squadra’ di Regione Lombardia, è
stata realizzata una maglietta, scelta dopo un ‘contest’ rivolto
ai dipendenti chiamati al voto per selezionare il disegno
distintivo della squadra del #teamlombardia.

MAGLIETTA ‘LA LOMBARDIA CHE CORRE’ – Hanno aderito
all’iniziativa circa 500 appassionati, la maglietta scelta, di
colore bianco, con un disegno che rappresenta due atleti, e la
scritta ‘La Lombardia che corre’ con il logo della rosa camuna,
ha raggiunto il 60% dei consensi.

CAMBIAGHI: UNA FESTA PER PROMUOVERE SPORT – “Abbiamo colto
l’occasione di questa tradizionale giornata di festa – ha
spiegato l’assessore regionale Martina Cambiaghi – per
rafforzare il nostro impegno nel diffondere sempre di più la
pratica sportiva. E’ bello vedere che anche molti dipendenti
della Regione correranno la Stramilano con la maglietta del
#teamlombardia. Invito tutti i lombardi, bambini, giovani,
famiglie, sportivi dilettanti e professionisti – ha concluso
Cambiaghi – a partecipare all’evento. Lo farò anch’io, non solo
per viverne gli aspetti agonistici ma anche e soprattutto per
scoprire il territorio, la Milano che per, la fretta quotidiana,
spesso non abbiamo tempo di osservare e apprezzare”.

ROSSI: EVENTO UNICO CHE UNISCE VARI ASPETTI – “Non ho mai perso
un appuntamento con la Stramilano. Si tratta di una bellissima
giornata di festa – ha aggiunto il sottosegretario Antonio
Rossi – e un modo per vivere Milano da un altro punto di vista.
? un evento unico capace di unire sport, solidarietà,
divertimento e condivisione per dilettanti e per professionisti.
Gli appassionati sportivi lombardi potranno correre per poter
migliorare i propri tempi, per poter battere un amico o per
trascorrere, magari con i propri figli, una giornata di sport”.

A SETTEMBRE LE ‘PET WEEK’

Si chiama ‘Milano Pet Week’ ed è la
settimana di incontri, attività ludico ricreative ed eventi che
Milano ospiterà dal 28 settembre al 5 ottobre con una serie
di eventi e iniziative dedicate agli amici a quattro zampe.
La manifestazione è stata presentata a Palazzo Bovara, sede di
Confcommercio, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza
della Regione Lombardia, Alan Rizzi.

LOMBARDIA REGIONE ‘PET FRIENDLY’ – “La Regione Lombardia – ha
detto Rizzi – guarda assolutamente con favore a questa
iniziativa. Ci riteniamo una regione ‘pet friendly’ perché siamo
consapevoli di quanta importanza gli animali d’affezione possano
avere nelle vita delle persone”.

4 ZAMPE NELLE STRUTTURE SANITARIE E IN UFFICI ATS MILANO –
“Ricordo che già nel 2017 – ha aggiunto Rizzi – la Regione
Lombardia ha approvato un regolamento che individuava i criteri
per l’accesso degli animali d’affezione alle strutture sanitarie
e sociosanitarie pubbliche e private accreditate, permettendo ai
pazienti ricoverati di ricevere la visita dei loro animali
domestici, regolamento che con grande soddisfazione è stato
approvato nelle aziende ospedaliere lombarde. Dallo scorso mese
di novembre, inoltre, grazie al nuovo regolamento dell’ATS Città
Metropolitana di Milano, gli animali da compagnia potranno stare
al fianco dei propri padroni negli uffici dell’Agenzia”.

MATTINZOLI: IN LOMBARDIA IMPRESE DEL SETTORE AUMENTATE DEL 19%
IN 5 ANNI – “Il fatto che in Lombardia – ha aggiunto l’assessore
allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli – negli ultimi 5
anni, le imprese dedicate agli animali domestici siano aumentate
del 19,3% e che il 13,2% del settore con 1183 imprese su un
totale nazionale di 8.933 sia qui dimostra un dato certo: la
grande attenzione della nostra Regione verso questo tema che
innanzitutto è di natura socio-culturale”.

COSMESI L’HUB ITALIANO

Le oltre 500 aziende che esportano i
loro prodotti in tutto il mondo fanno della Lombardia la regione
leader della cosmetica. Il comparto, infatti, fa leva sulla
presenza nel tessuto produttivo locale di una forte filiera
della chimica delle specialità, di fornitori di macchinari
avanzati e di packaging. La classifica elaborata da Intesa
Sanpaolo, che si basa sui dati Istat, pone Milano al primo posto
in Italia tra le provincie per numero di esportazioni con il
20,5% sul valore totale. A seguire altre province lombarde come
Bergamo, che con il suo 7,9% è terza in Italia dopo Roma, Lodi
(6,5%), Cremona (4%) e Monza e Brianza (3,8%). Le province più
specializzate sono invece Lodi e Cremona, seguite da Milano,
Bergamo e Monza-Brianza.

Questi i dati che emergono dall’approfondimento settimanale di
#LombardiaSpeciale, pubblicato sul sito
www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it

“Questi dati – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico,
Alessandro Mattinzoli – da una parte confermano l’importanza di
due fattori quali l’innovazione e il genio creativo, dall’altra
sottolineano la necessità di valorizzare un’industria che può
solo portare risultati positivi in termini di occupazione e
sviluppo dei territori. Intendiamo valorizzare le “filiere di
eccellenza” tecnologica e produttiva regionale nelle aree
strategiche, attraverso l’integrazione tra produzione, servizi e
tecnologia in ottica Industria 4.0 (anche tramite Digital
Innovation Hub, Competence Center, cluster tecnologici lombardi,
etc.), garantendo in questo contesto le condizioni abilitanti a
questo sviluppo. L’industria della cosmesi non può che avere il
suo regno naturale qui, nel nostro Paese che, al di là di ogni
retorica, ha una caratteristica favorevole: la bellezza in ogni
luogo naturale, oltre a quella nata dal genio creativo e dalla
completezza che questo genio ha avuto nel potersi esprimere.

IL MERCATO MONDIALE E’ IN CRESCITA – Secondo l’Eurispes, i
prodotti preferiti sul mercato italiano, sostanzialmente
stabile, sono principalmente quelli per il corpo (16,6%), per il
viso (15,8%), per l’igiene del corpo (13,2%). Un vero boom del
settore è stato rappresentato dalla vendita online (+21%). I
dati del centro studi di Intesa Sanpaolo, inoltre, quantificano
il giro di affari delle aziende cosmetiche in oltre 11 miliardi
di euro a livello nazionale, in crescita del 4,4% nel 2017
rispetto all’anno precedente, con l’export che, sempre nel 2017,
ha raggiunto 4,7 miliardi di euro. Nel 2018 il fatturato del
settore ha raggiunto il valore di 11,2 miliardi di euro, mentre
per il 2019 si prevede un aumento del 2,6%. Guardando
all’export, nel 2017 le esportazioni hanno segnato un +9,2%: i
principali sbocchi commerciali italiani sono Germania, Francia,
Stati Uniti, Regno Unito e Spagna. Questo rilevante aumento
dell’export pone l’Italia al quarto posto nella classifica
mondiale dei maggiori esportatori di cosmesi.

PERCHE’ PROPRIO LA LOMBARDIA? – Secondo l’analisi di Intesa San
Paolo, la Lombardia ha staccato le altre regioni italiane non
solo grazie all’arrivo delle multinazionali e al consolidamento
delle grandi imprese italiane storiche, ma anche alla nascita e
allo sviluppo di un nucleo di imprese nate di recente e in grado
di proporsi come terzisti di successo, ma anche in alcuni casi
come brand riconosciuti a livello internazionale: Milano in
particolare, con il suo hinterland allargato che raggiunge i
territori delle province di Lodi, Cremona, Bergamo e
Monza-Brianza, è considerata un hub della creatività a livello
europeo, dove si concentrano le imprese più innovative e di
gusto appartenenti al design, al wellness, alla moda, ai
multimedia e al food in un sistema creativo trasversale che
passa attraverso i settori. Inoltre, nella “rete della
creatività di Milano”, in particolare, esistono laboratori di
ricerca e sviluppo molto diversi rispetto a dei laboratori
chimici e più simili a laboratori d’arte, in cui vengono
effettuati test e ricerche non solo sulle caratteristiche
tecniche, ma anche sui colori, sulle forme, sugli odori e sulle
texture dei prodotti.

ESPOSIZIONE UNIVERSALE TRIENNALE

“Quello di oggi è un evento cui il mondo intero guarda, non solo per l’ineguagliabile livello culturale, ma anche per la delicatezza del tema scelto per questa XXII Esposizione, davvero strategico. Può il design farsi carico di ricostituire il rapporto interrotto tra l’essere umano e la natura, di cui è parte integrante e al contempo, spesso, irriguardoso sfruttatore? Non sfuggono l’ampiezza e la complessità del quesito. Ma se esiste un luogo al mondo dove abbia un senso porsi questo interrogativo e lavorare per cercare le risposte, questo è la Triennale, è Milano, è la Lombardia”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana intervenendo, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla Triennale di Milano, per la cerimonia di inaugurazione della XXII Esposizione internazionale intitolata ‘Broken Nature: Designes Takes on Human Survival’, curata da Paola Antonelli, del ‘Museum of Modern Art’ di New York, che intende porre l’attenzione sullo stato dei legami che uniscono l’uomo all’ambiente naturale, alcuni dei quali compromessi nel corso della storia recente.

“Ricostruire il rapporto vitale con l’ambiente naturale – ha proseguito il Governatore – è un dovere che abbiamo verso le generazioni che ci succederanno. Il mio auspicio è che questo evento possa essere ricordato come battistrada di un nuovo rapporto tra il design e il pianeta che ci ospita. Da parte mia assicuro pieno sostegno, convinto come sono che questo è il ruolo delle Istituzioni: supportare l’ingegno e l’operosità di chi contribuisce a rendere grande il nostro Paese, sostenibile il nostro futuro”.

E sulla curatrice dell’Esposizione il presidente ha detto: “Paola Antonelli è per noi un simbolo: quello dell’Italia che si afferma nel mondo quando si esprime con la consapevolezza del proprio valore, forte del proprio inestimabile patrimonio culturale e creativo, di cui Milano e la Lombardia sono costruttori e custodi. La ringraziamo quindi per la sua opera e per il suo ritorno, pur temporaneo, a Milano. Un grazie va anche al presidente Boeri, che ha raccolto l’eredità di Claudio De Albertis con entusiasmo e con grande sensibilità istituzionale. Con la sua Triennale e con l’Associazione per il Disegno Industriale, grazie all’importante sostegno del ministro Bonisoli, Regione Lombardia sta lavorando per consolidare a Milano l’offerta museale dedicata al design: ancora una volta il nostro obiettivo è quello di essere protagonisti assoluti sulla scena internazionale”.

“La Triennale di Milano, di cui Regione Lombardia è socio partecipante – ha concluso – , rappresenta uno dei vanti d’Italia e un luogo eletto di ricerca e innovazione. Soprattutto però è preziosa per essere luogo di perenne confronto tra le tendenze emergenti nelle discipline che hanno reso la Lombardia un’eccellenza mondiale: design, moda, arte, architettura, cinema, comunicazione. E’ giusto allora che sia questo il punto di partenza per domandarci come – con gli oggetti della vita quotidiana, con i progetti di recupero dell’ecosistema, con i robot compagni del nostro futuro – il design possa essere a misura d’uomo e al contempo di natura”.

VINO IN LOMBARDIA

“La produzione di uva e di vino nel 2018 in Lombardia fa segnare uno straordinario +55% rispetto al 2017. Se è vero che due anni fa si erano verificate condizioni climatiche particolarmente difficili, è anche vero che in termini assoluti il 2018 fa segnare il record produttivo degli
ultimi cinque anni”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore
regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, che,
questa mattina, a Capriano del Colle (BS), nell’azienda agricola
Lazzari, ha presentato i numeri relativi alla produzione
vitivinicola nel 2018.

I NUMERI – I dati registrano 1 milione e 578 mila ettolitri di
vino prodotto (+55% sul 2017) e 2 milioni e 415 mila quintali di
uva raccolta (+56%) su una superficie di 21.214 ettari.

MIGLIORARE POSIZIONAMENTO NOSTRI VINI NELLA RISTORAZIONE – “Il
prossimo obiettivo è chiaro: nell’ambito della riforma regionale
sugli agriturismi modificheremo la norma per avere nelle
strutture lombarde il 100% di vino lombardo – ha aggiunto Rolfi
-. Dovremo lavorare anche con il mondo della ristorazione per
migliorare il posizionamento dei nostri vini nelle liste
proposte”.

ESPORTAZIONI DA RECORD – “La Lombardia è una terra sempre più
conosciuta a livello internazionale anche sotto il profilo
vitivinicolo – ha proseguito il responsabile dell’Agricoltura
lombarda -. Nel 2017 abbiamo fatto il record storico di
esportazioni e i dati 2018 saranno ancora migliori. La Regione è
impegnata ad aiutare le aziende nel processo di
internazionalizzazione: il 18 marzo saremo a Dusseldorf con gli
organizzatori della ‘Milano WINE Week’ per una serata dedicata
al vino lombardo nell’ambito di ‘Prowein’, un riferimento
mondiale per le fiere di settore”.

PUNTIAMO SU DISTINTIVITÀ BORTTIGLIE E LEGAME CON TERRITORI – “Il
nostro vino è riconosciuto per la qualità. Dobbiamo puntare
sempre di più sulla distintività delle bottiglie e sul legame
indissolubile con i territori” ha concluso l’assessore.

CAMPIONI ALFA 2018

Il vicepresidente di Regione Lombardia
e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e
Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala parteciperà
domani, sabato 23 febbraio, alla premiazione dei ‘Campioni Alfa
Romeo 2018’.

In questa occasione il vicepresidente Sala riceverà dal
presidente della ‘Scuderia del Portello’ Marco Cajani una
Scultura-Trofeo per il supporto alle attività sportive e agli
eventi della stagione 2018.

Il programma della giornata prevede il raduno Alfa Romeo
storiche (solo su invito) e l’esposizione delle vetture da
competizione della Scuderia del Portello e la successiva parata
presso la pista interna del Museo.

– ore 9.30, Museo Storico Alfa Romeo (viale Alfa Romeo, 1 –
Arese/MI).