PONTE GENOVA, LOMBARDIA C’E’

“La Protezione civile della Regione Lombardia e’ pronta a rispondere alle richieste che ci arrivano da Genova, tutto il sistema e’ pre allertato”. Lo ha ribadito l’assessore regionale al Territorio e alla Protezione civile Pietro Foroni che, in stretto raccordo con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, sta seguendo sin da questa mattina l’evolversi della drammatica vicenda del crollo del ponte sull’autostrada A10 a Genova.
“Sono partiti un elicottero dell’elisoccorso – ha precisato l’assessore che sta coordinando l’attivita’ della sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia – oltre a due veicoli equipaggiati per interventi in aree disastrate. In questo momento sono gia’ al lavoro un funzionario dell’Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza, tre medici, cinque infermieri e due tecnici specializzati in logistica. Queste sono le richieste pervenute al momento dall’Unita’ di crisi e inviate immediatamente sul posto”.
“Siamo pronti per qualsiasi evenienza – ha aggiunto l’assessore Foroni – e per rispondere ad ogni ulteriore richiesta che riceveremo”.
Intanto, a Genova sono gia’ arrivate due unita’ cinofile da Giussano (Mb)con 4 operatori e 2 cani, oltre alle unita’ U.S.A.R. (Urban Search And Rescue) specializzate in attivita’ di ricerca e salvataggio di persone disperse e seppellite. Provengono da Milano, Bergamo e Brescia e sono composte da 11 operatori Areu e da 40 Vigili del Fuoco.

GRANDI ALBERI DA TUTELARE

Regione Lombardia da anni si occupa di alberi monumentali, coordinando i censimenti nelle province e nei parchi regionali. La Lombardia e’ la regione italiana che ospita la piu’ ampia varieta’ di specie arboree, grazie alla diversita’ di ambienti che ne caratterizzano il territorio. L’attivita’ di aggiornamento prosegue e puo’ vantare oltre mille istruttorie effettuate.
PATRIMONIO DA DIFENDERE – “I grandi alberi hanno sempre rappresentato, nei diversi territori, un significativo patrimonio di storia dall’altissimo valore simbolico – dichiara l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo -. Numerosi sono i riferimenti letterari, filosofici e religiosi, che mettono al centro l’albero quale soggetto di riferimento. La ricerca e tutela delle piante piu’ meritevoli assume, inoltre, un ulteriore significato, piu’ prettamente scientifico, in relazione alle caratteristiche, anche genetiche, che hanno loro garantito una lunga vita, rendendoli piu’ idonei di altri a superare malattie e altre difficolta’”. “Questo – conclude Cattaneo – e’ un grande patrimonio di storia che la Lombardia deve tutelare e difendere”.
LA LEGISLAZIONE – A livello nazionale una legge del 2013 detta le ‘Disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale’ e il decreto interministeriale del 23 ottobre 2014 stabilisce le competenze e le modalita’ per la realizzazione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia.
IN LOMBARDIA 188 PIANTE MONUMENTALI – In Lombardia ci sono 188 piante con caratteri di monumentalita’: 121 gia’ inserite nell’elenco e 67 che verranno a breve pubblicate con il prossimo aggiornamento. Tra le specie piu’ rappresentative si annoverano cedri e platani insieme a querce, bagolari, ippocastani, tassi, gelsi e pioppi.
CONVENZIONI CON CARABINIERI FORESTALI – Sono 347 i Comuni coinvolti direttamente nel monitoraggio o tramite l’azione dei Carabinieri Forestali, con cui sono state firmate due convenzioni (per gli anni 2015-2017 e per gli anni 2018-2020) per l’impiego del Comando Regione Carabinieri Forestale Lombardia nell’ambito delle materie di competenza regionale:
controllo delle schede di segnalazione e di identificazione trasmesse dai Comuni, nonche’ di quelle dei censimenti provinciali; verifica della sussistenza dei criteri per l’attribuzione del carattere di monumentalita’ sulle schede di cui al punto precedente; identificazione di alberi non segnalati dai Comuni competenti per territorio.
GLI ESEMPLARI PIU’ NOTI – Tra gli esempi di alberi piu’ noti in Lombardia, oggetto dell’attenzione dei turisti si trovano: Morus alba – Ponte in Valtellina (So), Magnolia grandiflora – Cinisello Balsamo (Mi), Platanus acerifolia – Cernobbio (Co), Sophora japonica – Seriate (Bg) Cedrus – Somma Lombardo (Va) Quercus rubra – Milano Cedrus libani – Villa Olmo – Como Cupressus sempervirens – Salo’ (Bs).

GP ITALIA #DIPLOMATINPISTA

Sono mille le prenotazioni per i 600 biglietti che Regione Lombardia, in collaborazione con l’Autodromo di Monza, ha messo a disposizione di 300 neo-diplomati lombardi di quest’anno per assistere alle prove del Gran Premio di Monza di venerdi’ 31 agosto. I diplomati hanno diritto a due biglietti, uno per se’ e uno per un accompagnatore di eta’ non inferiore a 16 anni.
PRENOTAZIONE E ASSEGNAZIONE – Sul sito di Regione Lombardia tutte le ultime informazioni e il link a cui candidarsi (https://goo.gl/kcxvoF) entro il 21/08/2018. I biglietti verranno assegnati prioritariamente su base di voto di diploma e – a parita’ di voto – si valutera’ l’ordine di arrivo della richiesta. Ai 300 neo-diplomati, che si saranno aggiudicati i biglietti, arrivera’ una comunicazione via mail all’indirizzo indicato sul modulo on line. “Un premio – ha commentato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana – per una parte dei nostri studenti che hanno raggiunto l’obiettivo della maturita’. Un segno d’attenzione che vuole essere anche un incentivo a proseguire il percorso scolastico verso nuovi traguardi e allo stesso tempo una possibilita’ per assistere a quello che e’ senza dubbio uno degli eventi italiani che raggiunge i massimi livelli di caratura e attenzione internazionale”.
“In pochi giorni dalla pubblicazione dell’avviso, sono arrivate piu’ di mille domande. Questo e’ per me un segnale positivo – ha dichiarato l’assessore regionale Martina Cambiaghi. E’ un segno di attenzione che i nostri giovani hanno nei confronti dello sport e in particolar modo della Formula 1, uno degli eventi piu’ significativi del territorio brianzolo e lombardo. Questo e’ un premio che abbiamo fortemente voluto mettere a disposizione dei neo-diplomati e che riconosce il merito, il lavoro e l’impegno degli studenti lombardi. Auguro buon divertimento a tutti i ragazzi che vivranno l’esperienza di assistere alle prove del Gran Premio di Monza”.

VENDEMMIA IN FRANCIACORTA

L’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia Fabio Rolfi sara’ domani, giovedi’ 9 agosto, in Franciacorta per dare il via alla vendemmia in Lombardia.

Alle 10.30 si terra’ un incontro con la stampa, a cui prenderanno parte lo stesso Rolfi e Arturo Ziliani, componente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Franciacorta, durante il quale saranno forniti i dati e sara’ possibile effettuare immagini della raccolta.

– ore 10.30, Cantina Guido Berlucchi (via Duranti, 4 – Borgonato/Bs).