GUIDA MICHELIN 2019 LOMBARDIA TOP

“La Lombardia si conferma grande protagonista in ambito culinario con ben 60 ristoranti menzionati nella ‘Guida Michelin 2019′”. Lo ha annunciato Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, che ha inviato una lettera ai prestigiosi chef rivolgendo per congratularsi del risultato e invitarli a proseguire lungo la strada intrapresa.
‘MAESTRI’ DELL’ARTE CULINARIA – “La Lombardia è la ‘super star’ della ‘bibbia rossa’ – ha spiegato nella missiva – grazie ai 52 ristoranti con una stella, ai 6 con due stelle e ai 2 con tre stelle. La promozione e la valorizzazione dei prodotti di qualità rappresenta un ‘must’ per questi ‘maestri’ dell’arte culinaria e sempre più spesso la nostra regione è una meta turistica scelta per le virtù enogastronomiche”.
I NUMERI – “Oggi è in costante aumento il numero dei turisti – ha aggiunto Magoni – che sceglie la destinazione in base a percorsi legati ai gusti e ai sapori, nella ricerca di un’esperienza unica nel suo genere. I nostri chef, famosi a livello internazionale, tengono alta la bandiera dell’eccellenza della nostra Lombardia. Nel 2017 in Italia ben 110 milioni i turisti hanno legato il loro viaggio ad un’esperienza enogastronomica, per una spesa di oltre 12 miliardi. Prima della partenza, il 23,8% dei visitatori si informa sui ristoranti che troverà nel luogo di destinazione”.
ECCELLENZE BERGAMSCHE – “La terra bergamasca – ha spiegato l’assessore – risulta essere grande protagonista della Guida Michelin con nove ristoranti stellati. Da Vittorio a Brusaporto che conferma le tre stelle, Frosio ad Almè, Il Saraceno a Cavernago, Casual a Bergamo,
A’anteprima a Chiuduno, Florian Maison a San Paolo d’Argon, LoRo a Trescore Balneario, San Martino a Treviglio e Osteria della Brughiera a Villa d’Almè che conquistano o confermano una stella. Diversi esponenti di una cucina legata alle tradizioni che con lungimiranza, attraverso i prodotti locali, sa rivisitare in maniera innovativa la storia della nostra terra”.
RINGRAZIAMENTI – “Grazie anche alla geniale creatività degli chef stellati del nostro territorio – ha concluso Magoni – delle loro proposte legate alle tradizioni locali mixate con l’innovazione e la sperimentazione, sono sicura che la Lombardia potrà davvero diventare la prima meta turistica italiana. A voi che siete splendidi ambasciatori del nostro territorio e fonte d’orgoglio del mio Assessorato, rivolgo un sincero ringraziamento per il prezioso operato”.

OCM VINO: 3,5 MILIONI AI PRODUTTORI

“La Regione Lombardia distribuirà oltre 3,5 milioni di euro per 20 progetti di internazionalizzazione del vino lombardo”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo ad Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi in merito alle graduatorie regionali pubblicate oggi sull’Ocm vino.
PUBBLICATE GRADUATORIE – “Oggi abbiamo firmato il decreto – ha aggiunto Rolfi – e pubblicato le graduatorie. Scoprire nuovi mercati e consolidare quelli già esplorati è una strategia vincente che vogliamo accompagnare”.
IN LOMBARDIA 90% VINI DENOMINAZIONE QUALITÀ – “Sul territorio lombardo – ha sottolineato l’assessore all’Agricoltura – si produce, per il 90 per cento, vini a Denominazione di qualità, grazie a 5 DOCG, 21 DOC e 15 IGT e nel 2017 la viticoltura biologica ha raggiunto in Lombardia quota 1.751 ettari, con un incremento del 93 per cento rispetto al 2010. Nel 2017 il vino lombardo ha fatto registrare il record storico di esportazioni”.
PROMOSSI 7 PROGETTI INTERREGIONALI – “Con questo decreto – ha concluso Rolfi – promuoviamo anche 7 progetti interregionali. È necessario fare sistema per valorizzare in maniera adeguata il comparto. Ringrazio il ministro Gian Marco Centinaio, che, in pochi mesi, ha sbloccato i fondi e ha risolto un problema molto sentito dal settore”.
I PROGETTI FINANZIATI: Di seguito i progetti finanziati, con i relativi importi.
– Castello Bonomi, 124.000 euro;
– Associazione Premium Wines, Cina-Svizzera, 138.000 euro;
– Associazione It Wines, 242.000 euro;
– Associazione Made In Lombardy, Cina-Svizzera 191.000 euro;
– Associazione Premium Wines, Usa-Giappone 370.000 euro;
– Consorzio Lieti Calici, Brasile-Cina-Giappone 227.000 euro;
– Consorzio Lieti Calici, USA 297.000 euro;
– Ca’ Del Bosco, 110.000 euro;
– Associazione Made In Lombardy, Usa, 271.000 euro;
– Castello Poggio, 298.000 euro;
– Consorzio Per La Tutela Del Franciacorta, 685.000 euro;
– Losito E Guarini Srl, 253.000 euro;
– Progetto Multiregionale Ca’ Maiol, 47.000 euro;
– Progetto Multiregionale Consorzio Export Quality Wines-Area Caraibica, 3.000 euro;
– Progetto Multiregionale Consorzio Export Quality Wines-Canada-Cina-Svizzera, 1.750 euro;
– Progetto Multiregionale Ati Consorzio Di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe E Dogliani, 42.000 euro;
– Progetto Multiregionale Ati Usa Iq Wines, 15.000 euro;
– Progetto Multiregionale Garda Doc (proponente per la Lombardia), 15.000 euro;
– Progetto Multiregionale Masseria Altemura Sas, 53.000 euro;
– Progetto Multiregionale Ati Vigneti Del Vulture, 22.000 euro.

NOSTRA CUCINA CONQUISTA HELSINKI

L’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi domani, martedì 20 novembre, in serata, sarà a Helsinki (Finlandia), per partecipare all’evento di presentazione e promozione dei prodotti tipici della Lombardia alla residenza dell’ambasciatore d’Italia a Helsinki, Gabriele Altana.
SUPPORTIAMO PRODOTTI LOMBARDI SU NUOVI MERCATI – “Vogliamo aiutare i produttori lombardi a scoprire nuovi mercati e a consolidare le proprie esportazioni – anticipa Rolfi -. Per questo la Regione Lombardia ha intrapreso una forte azione di comunicazione esterna, per far conoscere i propri prodotti in tutto il mondo. Dopo le tappe di Parigi e Mannheim, domani sera la cucina lombarda sarà quindi protagonista a Helsinki”.
I PRODOTTI DEI CONSORZI LOMBARDI PRESENTI – All’evento, con giornalisti di settore, food e wine blogger, rappresentanti istituzionali e del mondo della ristorazione, parteciperà lo chef lombardo Silvio Scalvini e saranno presenti i prodotti dei seguenti Consorzi:
– Consorzio di Tutela dei Vini di Valtellina
– Consorzio Gorgonzola
– Consorzio Franciacorta
– Consorzio Olio Garda Dop
– Consorzio Formaggella del Luinese
– Salumificio Fratelli Beretta spa
– Consorzio Tutela Taleggio.
ISTITUZIONI DEVONO AGEVOLARE IMPRESE – “Il compito delle istituzioni è agevolare il lavoro delle imprese – conclude Rolfi -. Vogliamo dare alle attività agroalimentari lombarde la vetrina che meritano: sarà anche per loro una bella occasione per farsi conoscere al pubblico internazionale”.

TURISMO ‘NEXT STOP? #INLOMBARDIA’

L’assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda di Regione Lombardia Lara Magoni parteciperà domani, martedì 20 novembre, alla conferenza stampa di presentazione di ‘NEXT STOP? #INLOMBARDIA’, un tour itinerante lungo 10 mila chilometri a bordo di un bus per illustrare l’offerta turistica lombarda. Il veicolo esibirà una livrea con il brand #inLombardia e raggiungerà importanti città d’Europa, da Innsbruck a Colonia, da Londra a Parigi. Dopo la conferenza stampa, in piazza Città di Lombardia, sarà possibile visitare l’interno del bus.
– ore 12.00, Palazzo Lombardia (piazza Città di Lombardia, 1 – Milano), Sala Opportunità, 13esimo piano;
– ore 13.00 circa, visita al bus in piazza Città di Lombardia.

‘VIVITE’, FESTIVAL DEL VINO

L’assessore regionale alle Politiche abitative, sociali e Disabilità Stefano Bolognini inaugurerà oggi, venerdì 16 novembre, ‘Vivite – Festival del vino cooperativo’, in programma al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo Da Vinci’ a Milano e organizzato dall’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari. ‘Vivite’ è la prima manifestazione nazionale del vino cooperativo, un’occasione per raccontare direttamente al grande pubblico i valori della cooperazione, l’amore per la terra e per la qualità dei soci cooperatori, i volti, la passione, il lavoro che c’è dietro a ogni bottiglia e a ogni etichetta delle cooperative, che, insieme, producono il 60 per cento del vino Made in Italy.
– ore 18, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo Da Vinci’ (via Olona, 6 – Milano), spazio Le Cavallerizze.

LICEO DEL ‘MADE IN ITALY’

Visita agli istituti scolastici ‘Acof’ di Busto Arsizio (VA), questa mattina, per l’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda Lara Magoni, che ha lanciato a studenti e personale didattico un messaggio chiaro: “E’ necessario sostenere con convinzione e misure ad hoc la formazione dei nostri ragazzi, i veri ambasciatori del futuro. In tal senso, il settore della moda può offrire alle giovani generazioni opportunità lavorative stimolanti, occasioni eccezionali per realizzarsi completamente”.
GLI SITITUTI VISITATI – Accolta dalla fondatrice Olga Fiorini e accompagnata dall’ex sindaco e attuale assessore comunale con delega all’Educazione e Sport Gianluigi Farioli, l’assessore Magoni ha iniziato la sua giornata alle scuole superiori Paritarie ‘Olga Fiorini – Marco Pantani’, con particolare attenzione ai percorsi proposti dal Liceo Artistico- Indirizzo Design della Moda, l’Istituto Tecnico Sistema Moda e il Liceo delle Scienze Umane opzione economico sociale Moda & Design. A seguire la tappa in piazza Gallarini, sede del Centro di formazione professionale di Acof: un’occasione propizia per incontrare gli studenti e le studentesse dei corsi di ‘Operatore dell’abbigliamento-sartoria’, ‘Operatore grafico-audio video’ e ‘Operatore del benessere-estetica’.
INVESTIRE IN SETTORE IN FORTE CRESCITA – Scuole d’eccellenza, in grado di esaltare il “saper fare” tipico della tradizione italiana, in virtù del quale l’assessore Magoni ha lanciato un’idea: “Sarebbe davvero bello dar vita ad un ‘Liceo del Made in Italy’ – ha proposto – in grado di coniugare al meglio tutti gli aspetti fondamentali per la realizzazione di un prodotto, dai tessuti al design, integrando perfettamente tutta la filiera. Un settore, quello del design e della moda, in costante crescita, visto che le previsioni dicono che nei prossimi anni potrebbero crearsi oltre 50 mila posti di lavoro nel ramo tessile”.
ACOF ORGOGLIO PER IL TERRITORIO – Una realtà, quella di Acof, “che rappresenta un motivo di orgoglio per il territorio – ha sottolineato -. Tra l’altro proprio recentemente, nell’ambito dell’evento ‘Fashion Graduate Italia’, due allieve dell’istituto Fiorini hanno ottenuto un importante riconoscimento tra oltre 7000 studenti in tutta Italia”. “L’ennesima dimostrazione dell’alto livello di preparazione di questi ragazzi” ha concluso Lara Magoni.

‘GOLF IN PIAZZA’

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale allo Sport e giovani Martina Cambiaghi parteciperanno domani, giovedì 15 novembre, alla conferenza stampa di presentazione di ‘Golf in piazza’.Saranno presenti il direttore del progetto ‘Ryder Cup’ 2022 Gian Paolo Montali e i due testimonial lombardi della manifestazione: il neo professionista Lorenzo Scalise, 23enne di Vimercate/MB che con l’undicesimo posto nell’Open d’Italia del 2015 al Golf Club Milano ha stabilito il miglior piazzamento di un amateur nella storia del torneo, e Alessia Nobilio, 17enne milanese ai vertici del ranking europeo dilettantistico, medaglia d’argento ai Giochi Olimpici Giovanili 2018.
– ore 11.30, Palazzo Lombardia (piazza Città di Lombardia, 1 – Milano), Ingresso N1, Sala stampa, undicesimo piano.