CAPPELLINI A TIRANO PER PRESENTAZIONE PROGETTI CULTURALI

Cristina Cappellini, assessore alle
Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, si recherà,
domani, mercoledì 17 dicembre, a Tirano (Sondrio), per
incontrare gli amministratori locali, con i quali presenterà i
beneficiari degli ultimi bandi regionali in ambito culturale,
che hanno visto proprio la provincia di Sondrio e il Comune di
Tirano tra i maggiori assegnatari.

L’assessore Cappellini continua dunque il suo progetto di
Assessorato itinerante, ‘Culture in Cammino’, che mira a
valorizzare l’immenso patrimonio culturale lombardo e a
‘portare’ direttamente sul territorio tutte le iniziative che
Regione Lombardia mette a disposizione.

Dopo aver visitato tutte le dodici province lombarde, da agosto
scorso, l’assessore ha iniziato un nuovo tour, incontrando le
realtà delle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Varese.

Domani toccherà alla provincia di Sondrio, dove l’assessore,
prima, terrà una conferenza stampa insieme al sindaco di Tirano
Franco Spada e l’assessore alla Cultura e al Turismo Sonia
Bombardieri (Municipio, piazza Cavour, 18), nel corso della
quale verrà annunciato ufficialmente il totale degli
investimenti di Regione Lombardia, in ambito culturale, in
provincia di Sondrio. Successivamente ci sarà una visita alla
stazione ferroviaria (piazza Stazione, 22) e, in conclusione, la
delegazione si recherà al Museo Etnografico (piazza Basilica,
30).

Nello specifico l’assessore Cappellini presenterà al territorio
la graduatoria dei seguenti bandi regionali:

– promozione di interventi di valorizzazione del patrimonio
archeologico e dei siti Unesco lombardi;
– progetti di documentazione riguardanti i patrimoni culturali
immateriali;
– progetti di eccellenza sui siti Unesco.

– ore 11, Municipio (piazza Cavour, 18 – Tirano/So). (Ln)

OLIMPIADI,ROSSI:DIAMO PRIORITÀ A ESIGENZE ASSOCIAZIONI

“L’idea del Coni di proporre la
candidatura olimpica è legittima e, da atleta, non posso che
appoggiarla. Ora spetta al Governo verificare se può
permettersela o meno”. Lo dichiara l’assessore regionale allo
Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, a proposito
dell’ipotesi di candidatura dell’Italia alle Olimpiadi del 2024.

FONDI PRIMA ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE – “Da assessore –
prosegue Rossi -, ogni giorno mi confronto con le associazioni
sportive del territorio, che lamentano condizioni di difficoltà
per svolgere l’attività di base e faccio fatica a recuperare
fondi per poterle sostenere con bandi regionali. Penso che
questo problema non ci sia solo in Lombardia, ma riguardi tutta
Italia. A mio avviso collegarsi con il territorio e dare risorse
a chi sul territorio opera costantemente nella promozione dello
sport sarebbe la strada da seguire per destinare i fondi che gli
Enti pubblici hanno a disposizione, peraltro sempre più
ridotti”.
“In linea teorica l’apertura del Cio nei confronti della
possibilità di disputare i Giochi in più città, aprirebbe la
strada anche a Milano, che potrebbe scendere in pista con l’area
Expo per ospitare nuovi impianti o ristrutturarne altri già
esistenti – è la riflessione di Rossi -, ma, nella realtà dei
fatti, le esigenze delle società sportive sono ben altre e molto
più pratiche”.

CITTADINI GIÀ CONTRARI QUALCHE MESE FA – “Il Governo oggi si
impegna invece a sostenere la candidatura di Roma quando solo
qualche mese fa, con il Governo Monti, la maggioranza dei
cittadini era contraria all’ipotesi di ospitare i Giochi –
conclude l’assessore -. Mi chiedo: cos’è cambiato da allora a
oggi nel nostro Paese? E, soprattutto, cosa sarà da qui a
qualche mese? Renzi manterrà la parola sulla questione Olimpiadi
o sarà una delle sue promesse vane? E se non sarà più lui il
premier?” (Ln)

TRASPORTI,MARONI:OBIETTIVO ISTITUZIONI È VALORIZZARE NOSTRI AEROPORTI

“Sono soddisfatto di questa prima riunione
del Tavolo di monitoraggio su Linate e Malpensa, voluto dalle
Istituzioni del territorio, d’intesa con il Governo. Ringrazio
il ministro Maurizio Lupi per aver mantenuto fede all’impegno
preso, accettando di organizzare e gestire qui, nella sede della
Regione Lombardia, il Tavolo, a cui erano presenti tutte le
Istituzioni coinvolte – Governo, Regione Lombardia, Comune di
Milano, Comune di Varese, Provincia di Varese, Sea, Enac e
Trenord – e che tornerà a riunirsi il 19 gennaio”. Lo ha
spiegato il presidente Regione Lombardia Roberto Maroni nel
corso della conferenza stampa, tenuta insieme al ministro delle
Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, al termine della
prima riunione del Tavolo Linate-Malpensa.

INTESA TRA ISTITUZIONI – “La sintesi che si può fare dopo questa
prima riunione – ha sottolineato Maroni – è che c’è una grande
intesa, tra tutte le Istituzioni presenti al Tavolo, per
raggiungere l’obiettivo comune di rafforzare il nostro sistema
aeroportuale. Questo Tavolo servirà per monitorare costantemente
la situazione, per decidere quali interventi fare di volta in
volta, affinché Linate e Malpensa possano sfruttare tutte le
opportunità offerte da Expo e anche successivamente
all’Esposizione universale”.

MIGLIORARE I COLLEGAMENTI DA MILANO A MALPENSA – “C’è l’impegno
comune di tutte le Istituzioni coinvolte perché Malpensa possa
sviluppare tutte le sue potenzialità. A riguardo – ha proseguito
Maroni – sono state presentate una serie di iniziative per
migliorare i collegamenti da Milano per Malpensa”. “Una di
queste proposte – ha proseguito – è quella di spostare alcuni
collegamenti per Malpensa che oggi sono nella stazione di
Cadorna anche nella stazione di Garibaldi, il che comporterebbe
modifiche ad alcuni assetti anche per quanto riguarda i treni
per i pendolari, per questo abbiamo detto che, pur apprezzando
questi progetti, non vogliamo che si penalizzi la rete
ferroviaria e, in particolare, i pendolari che utilizzano quei
treni che oggi vanno a Cadorna e verrebbero deviati a
Garibaldi”. “Per questo – ha concluso il presidente – abbiamo
deciso di approfondire la questione da un punto di vista tecnico
e il 19 gennaio, quando il Tavolo tornerà a riunirsi, avremo
tutte le valutazioni e capiremo se si può fare o meno e cosa si
può fare diversamente”. (Ln)

OLIMPIADI,MARONI:SE ITALIA SI CANDIDA,CI SARÀ ANCHE MILANO

“Le Olimpiadi del 2014? Le regole sono
cambiate e oggi si candida il Paese e non la città, per cui, se
si candida l’Italia, allora Milano c’è dentro per forza”.
Lo ha spiegato il presidente Regione Lombardia Roberto
Maroni nel corso della conferenza stampa tenuta a Palazzo
Lombardia al termine della prima riunione del Tavolo
Linate-Malpensa. (Ln)

FONDI EXPO,MARONI:NON LI METTIAMO SE GOVERNO NON FA LO STESSO

“Il ministro Martina aveva promesso che i
fondi del Governo sarebbero arrivati entro la fine di novembre.
Non mi risulta siano arrivati. Regione Lombardia farà dunque
presente all’Assemblea, che, come il Governo, non parteciperemo
al contributo per quanto riguarda il 2015, per il 2014 sì.
Stiamo parlando di circa 18,5 milioni di euro che, visti anche i
tagli a cui il Governo ci sottopone con la Legge di Stabilità,
useremo in altro modo”. Lo ha detto il presidente della Regione
Lombardia Roberto Maroni, rispondendo ai cronisti che gli
chiedevano informazioni circa l’arrivo o meno dei soldi
garantiti dal Governo per coprire la quota precedentemente in
carico alla Provincia di Milano per la società Expo. (Ln)

MANTOVANI: QUALITÀ DELLA SALUTE E LIBERTÀ DI SCELTA

“43 anni fa c’erano due centri di
emodinamica in Lombardia: uno all’Ospedale Niguarda e l’altro in
quello di Varese. La lungimiranza di chi nel 1971 ha voluto che
proprio da Rho partisse il terzo centro di emodinamica, mi
riferisco al prof. Binda che allora era il presidente dei
Cardiologi della provincia di Milano, è confermata dalla realtà
dei fatti. Rileggendo i dati relativi al crescente numero di
pazienti che negli ultimi tre anni hanno usufruito di questo
servizio, ci si rende conto della grande attenzione riservata ai
bisogni del malato”. Con queste parole il vice presidente e
assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani ha
dato il via, questa mattina, alla seconda sala di emodinamica,
dotata di strumentazioni tecnologiche digitali d’avanguardia e
in servizio tutti i giorni 24 ore su 24, attiva presso il
Presidio ospedaliero di Rho.

UN’INAUGURAZIONE STORICA – “Mi era stato riferito che si
trattava di una piccola inaugurazione – ha commentato
l’assessore -, invece mi rendo conto che l’avvio di questa
seconda struttura per la emodinamica cardiovascolare rappresenta
un momento storico”.
Il nuovo centro è infatti dotato di una moderna apparecchiatura
angiografica digitale che consentirà di mantenere alto il
prestigio dell’Ospedale di Rho nell’ambito dell’interventistica
cardiovascolare. Da circa 20 anni il Presidio ospedaliero di Rho
non effettua solo procedure diagnostiche, ma anche terapeutiche,
che consistono in angioplastiche coronariche e soprattutto nel
trattamento dell’infarto miocardico acuto di pazienti
provenienti dalla rete del 118.

UN AUMENTO ESPONENZIALE – Negli ultimi anni l’emodinamica di Rho
ha visto crescere in modo esponenziale le proprie attività.
“Basti pensare – ha evidenziato l’assessore Mantovani – che dal
2012 a oggi le coronarografie sono passate da 833 a 1174 e le
angioplastiche coronariche totali da 412 a 523”.
Inoltre è stato reso noto che, considerata la vicinanza
dell’ospedale alla zona della Fiera, sono iniziati da qualche
giorno anche lavori di adeguamento del Pronto Soccorso, il cui
termine è previsto entro la fine di aprile 2015, in vista
appunto di Expo e di un prevedibile notevole incremento
nell’afflusso di pazienti. L’assessore alla Salute, confermando
la centralità dell’Ospedale rodense, ha ricordato che dal marzo
dello scorso anno ad oggi Regione Lombardia ha stanziato per la
struttura sanitaria di Rho quasi 16.000.000 di euro.

PREOCCUPAZIONE PER I TAGLI – L’assessore Mario Mantovani,
preceduto nel suo intervento dai consiglieri regionali Marco
Tizzoni e Carlo Borghetti, ha parlato sia delle preoccupazioni
sorte in merito alla scelta del Governo di Roma di tagliare
fondi destinati alla sanità Lombarda, sia della riforma: “Stiamo
lavorando sull’aggiornamento della riforma sanitaria. Siamo
pronti. Io chiederò due cose: prima di tutto la qualità della
salute. E poi la libertà di scegliere il medico, l’ospedale o
l’ambulatorio dove andare a farsi curare. Questi sono due
elementi essenziali che, se salvaguardati, garantiscono appieno
il diritto alla salute sancito dalla Costituzione”. (Ln)

DOMANI FAVA VISITA SEDE GRUPPO MAURO SAVIOLA

L’assessore regionale all’Agricoltura
Gianni Fava visiterà domani, martedì 16 dicembre, la sede del
gruppo Mauro Saviola, a Viadana (Mn). Core business dell’azienda
è la produzione di pannelli truciolari ottenuti da legno
riciclato.

– ore 17.30, gruppo Mauro Saviola (viale Lombardia 29,
Viadana/Mn). (Ln)

CROSS,ROSSI DOMANI A PRESENTAZIONE 58° CAMPACCIO

L’assessore allo Sport e Politiche per i
giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi parteciperà domani,
martedì 16 dicembre, alla conferenza stampa di presentazione
della 58ª edizione del Campaccio che si svolgerà, come da
tradizione, il 6 gennaio.
Saranno presenti, tra gli altri, il presidente del Coni
regionale Pierluigi Marzorati, il presidente e il vice della
società organizzatrice Unione sportiva Sangiorgese, Claudio
Pastori e Livio Mereghetti, la presidente della Fidal Lombardia
Grazia Vanni e Marcello Magnani.
Il Campaccio Cross Country è una delle più longeve gare al mondo
e, per il quarto anno consecutivo, è inserito nel circuito
Permits Meeting Iaaf per la stagione 2014-2015 ed è, per
partecipanti, la manifestazione più importante in Italia e fra i
primi tre Cross internazionali.

– ore 12, Palazzo Pirelli (via Fabio Filzi, 22 – Milano), Sala
Pirelli. (Ln)

EXPO,CAPPELLINI A TIRANO PER PRESENTAZIONE PROGETTI CULTURALI

Cristina Cappellini, assessore alle
Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, si recherà,
dopodomani, mercoledì 17 dicembre, a Tirano (Sondrio), per
incontrare gli amministratori locali, con i quali presenterà i
beneficiari degli ultimi bandi regionali in ambito culturale,
che hanno visto proprio la provincia di Sondrio e il Comune di
Tirano tra i maggiori assegnatari.

L’assessore Cappellini continua dunque il suo progetto di
Assessorato itinerante, ‘Culture in Cammino’, che mira a
valorizzare l’immenso patrimonio culturale lombardo e a
‘portare’ direttamente sul territorio tutte le iniziative che
Regione Lombardia mette a disposizione.

Dopo aver visitato tutte le dodici province lombarde, da agosto
scorso, l’assessore ha iniziato un nuovo tour, incontrando le
realtà delle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Varese.

Mercoledì toccherà alla provincia di Sondrio, dove l’assessore,
prima, terrà una conferenza stampa insieme al sindaco di Tirano
Franco Spada e l’assessore alla Cultura e al Turismo Sonia
Bombardieri (Municipio, piazza Cavour, ore 18), nel corso della
quale verrà annunciato ufficialmente il totale degli
investimenti di Regione Lombardia, in ambito culturale, in
provincia di Sondrio. Successivamente ci sarà una visita alla
stazione ferroviaria (piazza Stazione, 22) e, in conclusione, la
delegazione si recherà al Museo Etnografico (piazza Basilica,
30).

Nello specifico l’assessore Cappellini presenterà al territorio
la graduatoria dei seguenti bandi regionali:

– promozione di interventi di valorizzazione del patrimonio
archeologico e dei siti Unesco lombardi;
– progetti di documentazione riguardanti i patrimoni culturali
immateriali;
– progetti di eccellenza sui siti Unesco.

– ore 11, Municipio (piazza Cavour, 18 – Tirano/So). (Ln)

TRIENNALE DESIGN MUSEUM 2/SALA:SI ACCENDONO I RIFLETTORI SUI GIOIELLI DELLA BRIANZA

“Il ritorno della Triennale a Monza accende
nuovamente i riflettori sui gioielli della Brianza e della
Lombardia: la Villa Reale è il gioiello della Brianza in materia
di storia e di arte e questa mostra si unisce all’altro gioiello
della Brianza, quello del design e dell’ingegnosità. E proprio
il saper fare e l’ingegnosità sono state e sono il marchio di
fabbrica che hanno contraddistinto la Brianza e la Lombardia, le
locomotive non solo dell’Italia ma anche dell’Europa e oggi
queste eccellenza tornano a fondersi in questa splendida mostra
dove desing e ingegnosità si sposano alla storia e all’arte
della Villa Reale”.
Lo ha spiegato l’assessore della Regione Lombardia alla Casa,
all’Housing Sociale e all’Expo, Fabrizio Sala, nel corso
dell’inaugurazione alla Villa Reale di Monza della Triennale
design museum ‘La bellezza quotidiana – un percorso nella
collezione permanente del design italiano’. (Ln)